loading

La lenticchia…

Al di là del loro consumo scaramantico nel cenone di Capodanno, le lenticchie fanno parte, a buon diritto, della nostra tradizione alimentare. 

 

Origine delle lenticchie

La lenticchia è una leguminosa nota sin dall’antichità. Nacque in Mesopotamia e si diffuse in tutte le zone temperate calde. Oggi non cresce quasi più allo stato selvatico, ma le sue coltivazioni sono presenti nel mondo intero.
Esistono diverse specie di lenticchie, le principali sono: la verde, la rossa, la marrone. Anche in Italia abbiamo molte varietà di lenticchie, quella di Castelluccio di Norcia ha ottenuto la I.G.P. (Indicazione Geografica Protetta).

 

Proprietà e benefici

Ricche di proteine (attenzione: non apportano tutti gli aminoacidi essenziali, quindi devono sempre essere associate ai legumi), di fibre, vitamine e sali minerali, furono a lungo considerate la “carne dei poveri”.
Sono invece un alimento ricchissimo di virtù: aiutano a ridurre il rischio di patologie cardiovascolari e di neoplasie, contribuiscono a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. Aiutano il buon funzionamento dell’intestino. Migliorano le funzioni del sistema nervoso. Prevengono l’arteriosclerosi e contrastano le anemie. Sono consigliate nei regimi alimentari dei pazienti diabetici (tipo II).

 

Consigli

Non si possono consumare crude. Si acquistano secche (a differenza di altri legumi, non hanno bisogno di ammollo prima della cottura) o già cotte, in vasi di vetro, lattine o sottovuoto, in questo caso attenzione ai coloranti e conservanti aggiunti. Sono ottime come contorno. Provatele anche in abbinamento al riso con curry o in una zuppa fumante: cosa c’è di meglio in una gelida serata invernale? Considerando anche che costano poco… lenticchie avanti tutta!

 
I legumi fanno bene! Scopri le nostre ricette con legumi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.