loading

La pera, il frutto degli sportivi

Insieme a mela e banana la pera completa il magnifico trio dei primi frutti che impariamo a conoscere fin da piccoli e che continuiamo ad amare anche da grandi grazie alla sua dolcezza infinita e irresistibile. Il sapore zuccherino non è l’unica virtù della pera che, infatti, è ricca di proprietà benefiche.

Origine della pera

La pera è un frutto che ha letteralmente conquistato il mondo: è presente con le sue diverse varietà in tutti i continenti da tempi antichissimi tant’è che le prime coltivazioni risalgono a più di 4000 anni fa. Si stima che attualmente esistano oltre 5000 tipi di pere tra cui la più nota è di sicuro la William che è originaria dell’Inghilterra.

Proprietà e benefici della pera

Adorata dai bambini per il suo sapore zuccherino e alimento ideale nello svezzamento dei neonati, la pera è un portento della natura! Moltissime vitamine e fibre (soprattutto nella buccia), amiche del nostro intestino, contiene anche il sorbitolo che facilita la digestione e preziosi antiossidanti. Consigliata agli sportivi e a chi è in calo di energie per il suo valore di zuccheri e potassio.

Consigli per usare la pera in cucina

A chi piace al naturale, magari in dei freschi spiedini di frutta, chi la mette nei dolci, chi la preferisce invece accostata a sapori salati (primi piatti, insalate, formaggi): la pera si rivela uno dei frutti più versatili in cucina. Sceglietele bio, per poterne mangiare anche la buccia. Ottime cotte (con effetti lassativi), si trovano anche sciroppate, ma perdono parte delle proprietà originarie e contengono molti zuccheri aggiuntivi.

Curiosità sulla pera

Gli uomini del ‘700 mangiavano le pere come dolce da passeggio, caramellate e infilzate con uno spiedino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.