loading

Come gestire la pressione alta

L’ipertensione è un problema molto comune. Si stima che circa il 33% dei maschi e il 31% delle donne soffra di un certo grado di ipertensione e che il 19% degli uomini e il 14% delle donne sia in condizioni di rischio.

La pressione alta, infatti, aumenta il rischio di numerose malattie tra cui l’infarto e l’ictus e può essere un fattore riconoscibile in quadri più complessi come la sindrome metabolica. Anche se i trattamenti farmacologici sono sempre più efficaci, rimane una quota elevata di persone che non sa di avere valori pressori elevati. Controllare regolarmente la pressione è dunque il primo passo per fare prevenzione. Altri fattori determinanti per evitare il problema o per gestirlo in modo più completo, sono la cura dell’alimentazione, l’attività fisica e le tecniche di rilassamento.

3-principi-della-vita-sana

Ridurre il sale e favorire il consumo di verdure, cereali integrali, grassi “sani” come l’olio extra vergine d’oliva e proteine magre come quelle del pesce può contribuire a un miglioramento del controllo della pressione.

Un’attività fisica regolare è senza dubbio importante per tenere la pressione arteriosa più bassa. In particolare camminare a velocità sostenuta porta benefici con un rischio ridotto di infortunio o di sovraccarico.

Infine, occorre ricordare che spesso l’ipertensione è causata da uno stato di tensione mentale che stimola il sistema cardiocircolatorio ad attivarsi. Le tecniche di rilassamento come il training autogeno e la meditazione hanno effetti benefici sulla pressione arteriosa se praticati con regolarità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.