loading

3 ricette facili e gustose per un intestino felice

Alla fine di ogni pasto ti senti gonfio? Quella sensazione di pienezza e tensione addominale non ti abbandona mai e ti rende di cattivo umore? La tua pancia è sempre rumorosa e il rapporto con il bagno non è tra i migliori?

Se ti riconosci in queste situazioni, sei anche parte della grande percentuale di persone che soffrono di intestino irritabile e per te è fondamentale cosa, quanto e come mangi e bevi per coccolare il tuo intestino.

Alcuni alimenti possono aiutare il tuo intestino a essere regolare e sano, altri cibi invece possono creare fermentazione e infiammazione: conoscerli e capire l’importanza delle combinazioni alimentari è importantissimo!

Cosa, come e quanto è soggettivo e quindi la frequenza di consumo sarà diversa da persona a persona perché ciascuno di noi ha un valore “soglia” diverso oltre il quale i sintomi si manifestano!

Scopriamo insieme attraverso 3 ricettine quali alimenti e combinazioni alimentari sono invece amici di un intestino felice.

 

1. Riso basmati integrale con cavolo nero e mandorle tostate

Ingredienti
(per 4 persone)

700 g di cavolo nero
250 g di riso basmati integrale
1 spicchio d’aglio in camicia
olio extra vergine di oliva
80 g di mandorle spellate

Procedimento
1. Dopo aver mondato e lavorato il cavolo nero, rimuovi la costa centrale.
2. In un padellino fai insaporire un paio di cucchiai di olio extra vergine di oliva con 1 spicchio d’aglio in camicia per 1 minuto, poi rimuovi l’aglio e fai raffreddare l’olio aromatico (l’aglio così darà profumo senza infastidire il tuo intestino).
3. Tosta le mandorle tagliate in modo grossolano in un padellino.
4. Sbollenta il cavolo nero per 4-5 minuti in abbondante acqua leggermente salata, dopodiché taglialo a listarelle. Lessa il riso basmati, mescolalo con il cavolo nero e condisci con l’olio aromatico. Servi con le mandorle tostate sopra.

 

2. Insalata tiepida di sorgo con dadolata di zucca e gamberi allo zenzero

Se preferisci, puoi sostituire il sorgo con grano saraceno, miglio o quinoa.

Ingredienti
(per 4 persone)

250 g di sorgo
250 g di zucca delicata al netto degli scarti
1 cipollotto
400 g di gamberi sgusciati
radice di zenzero
olio extra vergine di oliva
rosmarino e salvia freschi
un pizzico di sale

Procedimento
1. Metti in ammollo il sorgo per un paio d’ore, dopodiché sciacqua bene e cuocilo per assorbimento in una pentola con coperchio assieme a circa 750 ml di acqua.
2. Una volta cotto (circa 15 min.), lascia intiepidire. Taglia la zucca a cubetti e falla stufare in padella assieme al cipollotto tagliato molto sottile e un rametto di rosmarino legato con qualche foglia di salvia utilizzando il brodo vegetale.
3. Cuoci i gamberi al vapore per pochissimi minuti e condiscili con zenzero grattugiato e un filo d’olio a crudo. In una ciotola mescola il sorgo con la zucca e i gamberi allo zenzero.

 

3. Torta salata con radicchio rosso, uvetta e pinoli

Ingredienti
(per 4 persone)

Per la sfoglia:
100 g di farina di mais
100 g di farina di grano saraceno
150 g di farina di riso
80 g di olio extra vergine di oliva
acqua quanto basta (circa 100 ml)
mezzo cucchiaino di lievito per torte salate

Per il ripieno:
400 g di radicchio variegato
1 cipollotto
una manciata di olive taggiasche denocciolate
peperoncino in polvere
uvetta messa in ammollo
3 cucchiai di pinoli

Procedimento
1. In una ciotola metti le farine assieme al lievito e mescolale bene aggiungendo l’olio e acqua quanto basta per formare un impasto compatto. Fallo riposare per almeno un’oretta al fresco, preferibilmente in frigo.
2. Nel frattempo prepara la farcitura: dopo aver mondato e lavato il radicchio, taglialo a striscioline.
3. Taglia finemente anche la parte verde del cipollotto e fallo stufare dolcemente su un padellino con acqua o brodo vegetale senza grassi, aggiungi il radicchio e continua la cottura fino a renderlo morbido aggiungendo al bisogno altro brodo vegetale e l’uvetta sgocciolata.
4. In un padellino a parte tosta leggermente i pinoli, poi aggiungili al radicchio assieme alle olive tagliate a rondelle. Aggiusta di sale e peperoncino a piacere.
5. Riprendi l’impasto dal frigo. Stendine metà in una sfoglia sottile per foderare uno stampo rotondo di circa 22-24 cm di diametro, farcisci con il ripieno preparato e ricopri con l’altra metà di sfoglia stesa. Con una forchetta bucherella la pasta e inforna a 180°C per almeno 30 min, finché la pasta sotto è ben asciutta e sopra è dorata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.