loading

Timo, un tesoro di proprietà curative e benefici

Il timo (nome botanico Thymus Vulgaris) è un piccolo arbusto molto diffuso, anche a livello spontaneo, nelle aree lambite dal Mar Mediterraneo. Presenta numerose e piccolissime foglie fortemente aromatiche e graziosi fiorellini di colore bianco-rosa o lilla.

È proprio grazie al suo intenso profumo che viene particolarmente apprezzato in cucina dove si sposa meravigliosamente con uova, minestre, zuppe, arrosti e brasati di carne fino a diventare sublime se abbinato a piatti a base di pesce. Per esempio, potete provarlo subito in tre ricette del nostro blog: cous cous di cavolfiore con lenticchie e mandorle, farrotto al timo e fagottini di radicchio con patate, vitello e uvetta.  

Può essere utilizzato sia fresco (appena raccolto) sia essiccato (l’essiccazione non ne compromette l’aroma, anzi!).

Ma, oltre ad essere molto utile ed apprezzato in cucina, il timo ci viene in aiuto anche per guarire o perlomeno alleviare piccoli problemi di salute: è infatti molto ricco in oli essenziali (il timolo in primis) e per questo largamente impiegato in erboristeria. Si hanno notizie di ricette a base di timo addirittura sin dai tempi degli antichi Egizi quando i sacerdoti utilizzavano le sue foglie come base antisettica per la preparazione dei famosi unguenti per l’imbalsamazione dei defunti (insieme alla propoli, ricordate?).

Ha spiccate proprietà fluidificanti, espettoranti e balsamiche ed è infatti ingrediente fondamentale di molti balsami contro i cosiddetti “mali del petto” (congestioni nasali, raffreddori, ecc.) ma è anche un ottimo antisettico e può essere assunto in forma di tisana per mantenere libere le vie respiratorie.

Una tisana a base di timo vi assicurerà un’ottima e veloce digestione mentre qualche goccia del suo olio essenziale aggiunta allo shampoo eserciterà una buona azione sebo regolatrice venendo così in aiuto di chi ha capelli tendenti al grasso.

L’olio essenziale di timo si rivela fondamentale nel trattamento della pelle con tendenza alle impurità. Se non avete in casa l’olio essenziale potete comunque sfruttare le stesse proprietà preparando un decotto di foglie (fresche o essiccate), ecco come.

Decotto di foglie di timo

Ingredienti
10 g di foglie di timo
100 ml di acqua

Procedimento
1. Mettere l’acqua ancora fredda insieme alle foglie in un pentolino e portare a bollore, lasciare sobbollire a fuoco dolce e a contenitore coperto (per non disperdere gli oli essenziali) per non più di dieci minuti.
2. Lasciare intiepidire e successivamente imbibire un batuffolo di cotone con il quale si andrà a frizionare la pelle, due volte al giorno.

Attenzione: come la maggior parte delle aromatiche, anche il timo non va assunto in gravidanza (se non in dosi minime) perché potrebbe portare a nascite premature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.