loading

Sicilia coast to coast

“La purezza dei contorni, la morbidezza di ogni cosa, la cedevole scambievolezza delle tinte, l’unità armonica del cielo col mare e del mare con la terra…chi li ha visti una sola volta, li possederà per tutta la vita“.

 

In questo suo splendido ritratto della Sicilia, Goethe non fa direttamente cenno alle specialità gastronomiche dell’isola eppure nel suo lungo viaggio nella Trinacria possiamo immaginare il grande filosofo tedesco innamorarsi non solo delle bellezze naturali e artistiche, ma anche dei sapori unici della Sicilia.

 

Seguiamo quindi Goethe nel suo tour e sbarchiamo sul versante occidentale della Sicilia dove nella provincia di Trapani si può godere del paesaggio tipico mediterraneo degli oliveti in cui viene coltivata la nota Oliva Nocellara del Belice DOP, la materia prima dell’extravergine d’oliva Valle del Belice DOP, un olio dal sapore intenso, leggermente piccante e amarognolo.

 

Da Trapani si può guardare ancora più ad ovest, nel cuore del Mediterraneo, nell’isola di Pantelleria: tra il mare paradisiaco e il lussureggiare delle specie botaniche del Parco Naturale della Montagna Grande, non si può non cogliere l’occasione di gustare dei piatti aromatizzati con dei Capperi di Pantelleria IGP come per esempio negli spaghetti con pesto alla pantesca, assieme alle olive verdi e al tonno.

 

Da Pantelleria si può tornare nell’isola salutando la Valle dei Templi di Agrigento per poi dirigersi nell’entroterra siciliano per fare tappa nella provincia di Enna e scoprire la Pesca di Leonforte IGP, un prodotto più unico che raro perché è l’unica varietà tardiva di pesca che matura a settembre. Dalla frutta fresca si passa alla frutta a guscio verso la costa orientale dell’isola, con il Pistacchio Verde di Bronte DOP, una vera istituzione di Bronte (CT) e di tutta la Sicilia tanto da essere soprannominato “oro verde” e venir impiegato in numerosissime ricette della tradizione gastronomica, dai dolci al famoso pesto. La provincia di Catania è DOP anche con due prodotti che nascono all’ombra del più grande vulcano italiano: sono la Ciliegia dell’Etna dal tipico colore rosso brillante e del Ficodindia dell’Etna, un vero simbolo della mediterraneità.

 

Se si parla di Mediterraneo, allora si pensa subito a Siracusa con l’aroma dei suoi limoni e soprattutto con il sapore del Pomodoro di Pachino IGP. Forse non è noto ai più ma con questa denominazione, oltre al classico ciliegino rosso brillante, si identificano altre tre varietà di pomodoro: il tondo liscio dal colore verde scuro, il pomodoro a grappolo e il costoluto, perfetto da aggiungere nelle insalate.

 

Pane rustico, pomodori di Pachino, capperi di Pantelleria, una spolverata di pistacchi di Bronte tritati, il tutto condito con l’olio extravergine d’oliva del Belice: ecco pronta una bruschetta saporita e genuina che vi permetterà di “assaporare” la Sicilia in un sol boccone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.