loading

I segreti per una pancia piatta

Tutti vorrebbero una pancia piatta. Non c’è nessuno che preferisce portarsi dietro il segno inequivocabile della sedentarietà e degli eccessi alimentari. Eppure, in alcuni casi, la pancia fa fatica a scomparire anche quando diventiamo bravi a gestire il nostro stile di vita.

A cosa è dovuta questa facilità ad accumulare grasso in una zona specifica del corpo? Da cosa dipende il fatto che, in certi casi,  le persone perdono grasso ovunque tranne che nella zona in cui vorrebbero vedere maggiori risultati?

PER APPROFONDIRE: Pancia piatta, tutti i segreti per ottenerla

L’accumulo di grasso nella zona addominale è l’esempio più chiaro del fatto che non contano solo le calorie assunte rispetto a quelle consumate ma che altri fattori entrano in gioco e “dirigono” il surplus o il deficit calorico e ne modificano l’effetto finale. Nel caso specifico, a facilitare il deposito di grasso a livello addominale o a renderne difficile la rimozione è l’insulina. Un’alimentazione troppo ricca di zuccheri e cereali raffinati stimola eccessivamente la produzione di questo ormone che, a sua volta, facilita il deposito di grasso a livello addominale.

Questa tipologia di grasso, detto viscerale, è anche il più pericoloso, in quanto capace di secernere una serie di sostanze dannose per il corpo e in particolare per la salute di cuore e arterie. Con il tempo questo quadro può portare a sindrome metabolica (una condizione in cui emergono sovrappeso, ipertensione, ipercolesterolemia e iperglicemia) e da lì anche al diabete. Come evitare questi problemi e provare a tornare a una pancia piatta e tonica?

Cereali integraliEliminare o ridurre gli zuccheri e assumere esclusivamente cereali integrali è un ottimo passo. Ridurre le calorie complessive attraverso un consumo maggiore di verdura e mantenere un apporto adeguato di proteine nobili come quelle del pesce e delle uova è un altro aspetto importante.

Inoltre, è fondamentale fare attività fisica regolarmente. Ma non basta solo camminare, meglio anche andare in palestra per stimolare i muscoli, così da regolare il metabolismo dell’insulina. Sempre in palestra si potrebbe poi lavorare con esercizi specifici di rafforzamento della parete addominale, sempre utili per il risultato finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.