loading

Sapori di Puglia

Sulle note coinvolgenti di taranta e pizzica, vi portiamo in tour nel tacco d’Italia alla scoperta della cucina pugliese e dei suoi prodotti certificati DOP e IGP che costituiscono solo una piccola parte delle decine di specialità agroalimentari di questa regione mediterannea.

 

Si parte quindi dal nord, dal territorio di Foggia e dallo Sperone d’Italia, con l’Arancia del Gargano IGP. Quest’agrume è un prodotto davvero unico perché non matura a gennaio o febbraio, bensì da aprile fino a tutta l’estate. Un modo per assaporarla appieno? Non nei soliti succhi o spremute, ma in fresche insalate estive o anche in originali piatti in agrodolce.

 

Il promontorio pugliese offre anche un altro agrume squisito: il Limone Femminello del Gargano IGP. Originario dei territori della provincia di Foggia affacciati sul mare, questo limone è la varietà più antica in Italia, coltivata già nell’XI secolo. Si distingue per l’elevata quantità di succo che può essere impiegato come sostituto dei condimenti grassi oppure in aggiunta alle macedonie di frutta.

 

Per rimanere in tema di agrumi, non si può dimenticare la Clementina del Golfo di Taranto IGP. A Palagiano, il comune capofila nella coltivazione di questa specialità, il clima caldo, soleggiato e poco umido costituiscono l’habitat ideale di questo frutto fresco e succoso che viene raccolto rigorosamente a mano secondo tradizione.

 

La coltivazione degli agrumi è di certo importante, ma se si dovesse descrivere la campagna pugliese in una sola parola questa sarebbe: olivi.

 

La Puglia è una delle regioni dove la produzione di olio extravergine d’oliva è più fiorente. E la qualità è notevolissima, basti pensare che ben 5 tipologie di olii hanno ricevuto il riconoscimento DOP: il Collina di Brindisi, il Dauno, il Terra d’Otranto, il Terra di Bari e il Terre Tarentine.

 

La coltivazione degli olivi porta qualità non solo agli olii pugliesi ma anche alle olive da tavola. Ne è un esempio eccellente la qualità di oliva Bella della Daunia DOP coltivata nel Foggiano, in particolare nel territorio di Cerignola.

 

Olive e olio extravergine d’oliva pugliese sono il condimento migliore per assaporare il prodotto DOP simbolo della Puglia: il celebre Pane di Altamura DOP. Questa specialità dalla crosta spessa e croccante e dalla soffice mollica giallo paglierino, è stato il primo prodotto in Europa a fregiarsi del marchio DOP nella categoria merceologica “Panetteria e prodotti da forno”. Per meritare il titolo di Pane di Altamura DOP ciascuna pagnotta deve essere prodotta con farina di semola rimacinata di grano duro coltivato nei territori della Murgia.

 

La cucina pugliese è questo e molto altro ancora con in totale ben 150 prodotti agroalimentari tradizionali: dalle orecchiette alla cozza tarantina, dalle friselle di orzo e di grano ai taralli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.