loading

I 7 magnifici sali minerali

“Ho sudato tanto e ho i crampi, avrò perso magnesio e potassio?”. È una domanda che si fanno in molti con l’avvicinarsi dell’estate, un momento in cui le prime abbondanti sudate ci fanno ricordare che esistono i minerali. Già ma calcio, magnesio & Co. sono fondamentali per la salute durante tutto l’anno e, anche se le carenze non sono frequenti, è importante garantirsi un apporto adeguato e costante dei vari minerali.

Come le vitamine anche i minerali sono, infatti, elementi necessari al corretto funzionamento metabolico visto che contribuiscono a regolare numerose reazioni biochimiche. Inoltre i minerali entrano a costituire la matrice di alcuni tessuti: calcio, fosforo, zinco, magnesio e silicio per esempio sono fondamentali per ossa e denti. Selenio e zolfo costituiscono alcuni aminoacidi (come la cisteina e la metionina) necessari per capelli, unghie e cute. Sodio e potassio contribuiscono a regolare la pressione arteriosa e l’attività elettrica delle cellule. In base al fabbisogno quotidiano si possono suddividere in macrominerali, microminerali e oligoelementi. Attenzione che esistono anche elementi in natura che sono estranei al corpo umano e che a dosi elevate possono creare danni. Tra questi il mercurio, il piombo, il cadmio, l’argento, l’oro e l’alluminio. Vediamo quindi brevemente gli effetti dei principali minerali:

1. Calcio: elemento fondamentale per l’osso e per i denti che non sono in grado di crescere in modo armonioso senza un apporto adeguato. Il calcio viene assorbito grazie alla presenza di vitamina D e viene depositato nell’osso grazie alla vitamina K2 che attiva una proteina detta osteocalcina. L’introito può essere garantito dall’uso di latte e derivati ma anche tramite l’assunzione regolare di verdura, legumi e frutta in guscio (scoprite l’elenco di 10 cibi ricchi di calcio). Se si sceglie una bevanda vegetale (soia, riso, avena) è bene preferire prodotti arricchiti con calcio di origine vegetale.

2. Ferro: la sua carenza blocca la formazione di emoglobina che è il trasportatore dell’ossigeno ai tessuti e causa quindi anemia. L’apporto viene garantito dalla carne rossa ma anche da altri cibi.

3. Iodio: fondamentale per il funzionamento della tiroide la sua carenza può portare al gozzo. L’introito è garantito da un uso abbondante di pesce.

4. Magnesio: utile per la regolazione della pressione e in generale per il rilassamento dell’organismo, aiuta anche nell’insonnia e nell’ansia. I cibi che ne sono ricchi sono i cereali integrali, le verdura verdi e le mandorle.

5. Potassio: necessario per la regolazione della pressione e del contenuto di acqua nel corpo, previene crampi e ha un’azione di vasodilatazione. È contenuto in diversi alimenti come legumi, noci, frutta e verdura.

6. Selenio: è un minerale antiossidante utile a prevenire il danno da radicali liberi. È inoltre importante per la salute delle ossa. Contenuto in pesce, noci, carni e cereali integrali.

7. Zinco: aiuta il sistema immunitario e quindi ci protegge dalle malattie infettive. Nel maschio inoltre stimola la produzione di testosterone. Aiuta anche la guarigione delle ferite. È contenuto soprattutto nel pesce e nelle uova.

Infine ricordiamo che come per le vitamine, anche per i minerali non sono necessarie dosi massicce ma piuttosto un apporto adeguato costante che può essere garantito da una sana alimentazione o da un’integrazione alimentare mirata.

  1. Per quanto riguarda il potassio , riesce anche ad avere effetti sulla pressione
    bassa ? Mia mamma ha 45/48 di minima e non so cosa fare !

  2. Ciao Susanna! In questo caso può essere utile la liquirizia: ti consigliamo comunque ti chiedere il parere del medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.