loading

Il sale rosa

Cos’è il sale rosa

Il sale rosa dell’Himalaya è un salgemma naturale, non trattato e non raffinato, che viene estratto alle pendici dell’Himalaya. E’ considerato il più pregiato e il più completo dei sali. La sua particolare colorazione rosa deriva dall’elevata concentrazione di minerali e oligoelementi, come il ferro e il rame. 

 

Origine

Il sale rosa può essere considerato l’alimento a più lunga conservazione: pensate che ha ben 200 milioni di anni! E’ il residuo dell’oceano primordiale che si è prosciugato con la formazione della catena montuosa dell’Himalaya. E’ quindi un sale fossile, frutto di un’era in cui gli oceani non erano inquinati. 

 

Proprietà e benefici del sale rosa

Proprio per la sua particolare origine, il sale rosa ha acquisito alcune proprietà benefiche che lo differenziano dal comune sale marino. 

Il normale sale da cucina, infatti, risente dell’inquinamento attuale dei mari, inoltre viene trattato con gli antiagglomerati chimici per evitare che, assorbendo umidità, indurisca. 

Il sale dell’Himalaya, invece, è il più puro dei sali perché viene semplicemente estratto e lavato, senza essere sottoposto ad alcun trattamento di raffinazione. 

È l’unico che contiene nelle giuste proporzioni i sali minerali e gli oligoelementi di cui abbiamo bisogno. Grazie a queste caratteristiche, il sale rosa presenta delle particolari proprietà benefiche. È un ottimo disinfettante e per questo è ideale per preparazioni idrosaline da utilizzare nella prevenzione e nella cura di disturbi molto frequenti come raffreddore, dermatite, congiuntivite. 

Il sale rosa è una buona fonte di antiossidanti, è facilmente digeribile, ha un basso contenuto di sodio, protegge la pelle e contribuisce a preservare la salute delle mucose intestinali migliorando le funzioni della microflora intestinale. 

Questo prezioso sale può essere utilizzato per la cura della pelle. I suoi grani strofinati direttamente sulla cute esercitano una profonda azione di peeling eliminando le cellule morte. Sciolto nell’acqua da bagno, aiuta a rassodare e tonificare, migliora la circolazione e contribuisce a combattere la cellulite. 

 

Consigli 

Il sale rosa è preferibile a quello comune anche per le proprietà culinarie. Ha un sapore più delicato ed è adatto, quindi, ad accompagnare e a esaltare il sapore dei cibi. 

Provatelo sulle carni e sul pesce, soprattutto di acqua dolce, aggiungetelo a fine cottura nelle zuppe, dosatelo sulle insalate verdi o miste e sulle verdure lesse o saltate in padella.  Il sale rosa è perfetto sulla trota salmonata al cartoccio e, macinato fresco al momento, per una gustosa tagliata di manzo. 

 

Curiosità

Oltre che in cucina e nelle soluzioni idrosaline, si possono testare tutte le proprietà del sale rosa anche in speciali cuscini in morbida spugna che, se leggermente riscaldati e appoggiati alla zona dolente, donano un beneficio immediato e duraturo. 

  1. Il sale rosa dell’ Himalaya è una risorsa limitata o si riforma naturalmente anche oggi ?
    Ringrazio per l’eventuale risposta.
    Saluti.

  2. Complimementi per l’articolo è tutto verissimo: il sale Himalayano è una valida alternativa al nostro sale inquinato e sbiancato chimicamente, il costo altino ripaga il duro lavoro per estrarlo dalle miniere, ma una volta tanto, chi vi è esposto ne guadagna in salute, infatti da quando abbiamo acceso le lampade di sale rosa nelle stanze dove più soggiorniamo abbiamo riscontrato grossi benefici alle vie respiratorie senza alcun uso di mucolitici, antifiammatori e antibiotici nonché antistamici a base di cortisone.
    Anche le miniere di carbonfossile, giacimenti petroliferi, di gas, di pietre preziose non si rigerenano, eppure continuiamo a depredarli senza tregua, devastiamo foreste intere per farci la carta igienica: preferisco il sale rosa per beneficiarne in salute ad un anello d’oro, argento e con diamanti, e lo trovo oltremodo ETICO farne uso personale. Grazie per la Vostra gentile attenzione. Nancy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.