loading

Rimedi naturali per le punture d’insetto

In estate, oltre al caldo, tornano a farsi sentire anche zanzare, api, vespe, tafani, formiche e altri piccoli esserini che “ci fanno compagnia” nei mesi più caldi, soprattutto di sera.

 

Allora è arrivato il momento di riaprire la nostra cassetta di ortosoccorso, il kit tutto naturale a base di quelle verdure capaci di dare sollievo alla pelle e di limitare i fastidiosi effetti delle punture d’insetto.

 

Così, all’interno del kit non può mancare la cipolla, per le sue virtù lenitive e antidolorifiche, e nemmeno una rondella di limone che, se sfregata sulla puntura, è in grado di alleviare irritazione e prurito. In caso di punture di insetto con gonfiore, invece, si può ricorrere alle foglie o all’olio essenziale di menta, da applicare sulla zona interessata, oppure alla polpa di melone freddo. Se il fastidio dovesse persistere accorrono in aiuto anche gli oli essenziali di canfora, geranio, citronella o lavanda.

 

Visto che prevenire è meglio che curare, si può scegliere per il proprio orto o per il balcone di casa una pianta di basilico che, con il suo intenso aroma, è in grado di allontanare le zanzare e quindi di difendere la pelle da un possibile “attacco” da parte di questi insetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.