loading

Ridurre il sale con erbe e spezie

Non ho scoperto l’acqua calda, questo è certo, è vero però che per quanto mi riguarda la sensibilità nei confronti dell’eccessivo uso del sale è aumentata drasticamente solo nell’ultimo anno.
Partecipano alla mia scelta di ridurne l’utilizzo diversi fattori: primo fra tutti una maggiore consapevolezza sulla dannosità dell’elemento, poi mia suocera che ha totalmente eliminato il sale dalla tavola, un corso sulle erbe aromatiche fatto in un noto garden padovano e Casa Di Vita, a cui mi ispiro per ricette sfiziose e sane.
Un bel mix di elementi che ha fatto nascere in me il desiderio salvaguardare la salute mia e della mia famiglia rinunciando al classico esaltatore di sapidità, in favore di soluzioni alternative.
 
Ridurre il sale con erbe e spezie è diventato un piacevole momento della mia cucina quotidiana. Quali sono le mie preferite e come le uso? Te lo racconto di seguito.

 

Le erbe aromatiche

Le tengo sul terrazzo in una bella composizione che arricchisce la vista dalla mia portafinestra.
Scelgo (quasi sempre) piante resistenti alla vita all’aperto sia in estate sia in inverno, diversamente le tengo in casa, in attesa che il clima viri a loro favore.
Un portavasi a sospensione le accoglie nei loro vasi bianchi ai quali, di tanto in tanto, cambio la terra.
Le mie erbe aromatiche non sono molte poiché ho le mie chiare preferenze, nel tempo le ho selezionate come alleate perfette per aumentare la sapidità dei piatti, rinunciando a buone quantità di sale.

 
Maggiorana
È perfetta per le frittate e le insalate. La trito assieme a rosmarino e salvia per esaltarne il sapore delicato e fresco. L’ho scoperta solo di recente ma il suo sentore lievemente pungente mi ha rapita subito.

 
Timo variegato
Di timo ne esistono diverse varietà, il variegato è re indiscusso della mia cucina.
Nel mio blog l’ho usato per proporre pietanze a base di polenta, farro, per fare marinature saporite o per arricchire la carne sulla bistecchiera. Lo amo al punto che lo userei dappertutto!

 
Basilico greco
L’hai mai provato al posto del classico basilico? Se no, devi assaggiarlo! Scoprirai che ha un sapore pieno e persistente e che anche un semplice sugo al pomodoro può assumere un tocco in più, seppur senza sale!

 
Altre aromatiche
Salvia, rosmarino ed erba cipollina fanno parte del piccolo carnet di erbe che a mio avviso ognuno dovrebbe avere in casa, per insaporire sughi, minestre, grigliate.

 

Alcuni consigli per una migliore gestione delle erbe aromatiche

Il coltello
Il taglio deve avvenire con un coltello molto ben affilato.
Ti capita mai di fare un trito di erbe e di trovare poi il tagliere verde? Ecco, quello è un chiaro segno che il tuo coltello non è sufficientemente tagliente. I preziosi oli aromatici contenuti nelle foglioline se ne escono preferendo il tagliere al tuo piatto…il che rende vano il tuo lavoro.
Acquista un buon coltello e un affilacoltelli per recuperare tutto il sapore delle erbe.

 
Mix di erbe essiccate
Non sei un granché con le piante? Non preoccuparti, nonostante mi piaccia curare il verde alcune muoiono sempre anche a me!
Ti suggerisco allora di fare essiccare le preziose foglioline e di tritarle in un saporito mix che userai poi nel tempo per arricchire ciò che vuoi e ridurre così il sale nei tuoi piatti.
Ho scoperto su Internet che quello dei mix di erbe essiccate è un metodo usato da molti e che ognuno ha la propria ricetta segretissima, fatta di prove e aggiustamenti!

 
Congela le erbe
A mali estremi… se al basilico non puoi rinunciare ma non riesci a farlo sopravvivere in inverno, congelalo! Io ne tengo sempre un pochino in freezer per sopperire ai periodi in cui la mia pianta non produce un granché. Abbi solo cura di asciugarlo bene prima di congelarlo, per evitare che le figlie si appiccichino tra loro.

 

E le spezie?

Non me le sono dimenticate! Ridurre il sale è diventato più semplice aggiungendo a sughi e carne due spezie a cui sono molto legata.

Peperoncino e pepe rosa
Coltivo peperoncini da molti anni, farli crescere in vaso non è poi così difficile e ogni pianta regala discrete quantità di frutti che poi uso durante l’inverno. Ogni stagione provo nuove varietà, il mondo dei peperoncini è molto variegato.
Il miei preferiti sono senza dubbio il Cayenna e l’Habanero Chocolate, il primo facilmente reperibile, il secondo un po’ meno. Entrambi sono abbastanza piccanti ma senza farti piangere!
Unica accortezza dopo il raccolto è di far essiccare molto bene i frutti, possibilmente non al sole ma in un ambiente secco e asciutto.
 
In ultimo il pepe rosa, il mio alleato chic ed elegante. Con lui coccolo il palato dei miei ospiti specialmente su pietanze che dedico all’aperitivo.

 
E tu, hai provato a ridurre il sale con erbe e spezie? Se sì, quali sono le tue preferite e come le usi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.