loading

Tartare di ricciola allo zenzero con granatina al cetriolo

  • Persone 4
  • Preparazione 25'
  • Difficoltà    
  • Costo    

È un piatto leggero, facilmente digeribile, grazie allo zenzero e al bassissimo apporto di grassi saturi, e ricco di preziosi omega-3 e proteine nobili (entrambi forniti dal pesce).
È il piatto ideale da consumare a cena nel contesto di un regime dimagrante: la granita al cetriolo è un ulteriore elemento light di questa ricetta che vi permetterà di stare a tavola senza sensi di colpa.

Ingredienti

1 ricciola fresca di 500 g circa
1 gamba di sedano
1 zucchina
1 carota
1 cucchiaino di radice di zenzero grattugiato
1 mazzetto di prezzemolo
2 cetrioli
5 cucchiai di olio extravergine d’oliva Despar Premium
succo di mezzo limone non trattato
sale e pepe

Procedimento

1. Sfilettare la ricciola oppure richiederlo al pescivendolo al momento dell’acquisto. Togliere la pelle ed eliminare tutte le lische con l’aiuto di una pinzetta.
2. Riporre i filetti ben stesi in un sacchetto adatto per la conservazione dei surgelati (foto 1) e metterlo in congelatore. Prima di consumare la ricciola, lasciarla a una temperatura di -20°C per 60 ore per debellare l’anisakis, un parassita abbastanza resistente e molto dannoso per la salute.
3. Con il frullatore a immersione frullare i cetrioli tagliati a rondelle con un bicchiere d’acqua. Versare in un recipiente rettangolare a bordi bassi (foto 2) e mettere anch’esso in congelatore.
4. Una volta trascorso il tempo utile per bonificare la carne del pesce, prelevarlo dal congelatore, lasciare scongelare in frigorifero e tagliare quindi a cubetti (foto 3).
5. Mondare e tagliare a cubetti anche le verdure: sedano, zucchina, carota (foto 4).
6. Preparare un’emulsione con olio, succo di limone e zenzero grattugiato (foto 5), mescolando con una frusta o con il frullatore a immersione.
7. Versare l’emulsione in un recipiente e mettervi a marinare i cubetti di ricciola e di verdure per circa 30 minuti.
8. Preparare nel frattempo la granatina di cetriolo grattando con un cucchiaio il composto precedentemente congelato.
9. Scolare la tartare e creare la monoporzione servendovi di un coppapasta. Comporre i piatti affiancando alla stessa la granatina di cetriolo (foto 6).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.