loading

Canederli con insalatina di cavolo cappuccio e speck

  • Persone 4
  • Preparazione 40'
  • Difficoltà    
  • Costo    

Le fibre della farina integrale, quelle del pane raffermo, del cavolo cappuccio e della carota rallentano (e in parte ostacolano) l’assorbimento dei grassi saturi dello speck e delle uova, contribuendo così a tenere sotto controllo l’aumento dei trigliceridi e del colesterolo nel sangue. Inoltre alcune sostanze antitumorali presenti nel cavolo, nel porro, nella cipolla e nel grano saraceno proteggono la mucosa intestinale dai nitrati presenti nei salumi, in questo caso lo speck.

 

Procedimento
1. Tagliare a dadini piccoli la carota, la cipolla e il porro e a striscioline tre fette di speck. Stufare tutto in padella con un filo d’olio per 5 minuti.
2. Levare dal fuoco e versare in una ciotola capiente, aggiungere la farina, il prezzemolo tritato e le uova precedentemente sbattute. Aggiustare con un pizzico di sale e del pepe macinato. Amalgamare bene il tutto sino a ottenere un impasto morbido ed elastico.
3. Tagliare il pane raffermo a dadini e bagnarlo con mezzo bicchiere di acqua. Strizzarlo e aggiungerlo al resto degli ingredienti.
4. Bagnandosi le mani con dell’acqua per non far attaccare l’impasto, formare i canederli della dimensione desiderata.
5. Cuocere in acqua bollente leggermente salata per 12 minuti.
6. Nel frattempo tagliare in maniera molto sottile il cavolo cappuccio e unire le restanti tre fette di speck a striscioline. Condire con sale, pepe e un filo d’olio extravergine di oliva.
7. Una volta trascorso il tempo di cottura dei canederli, levarli dall’acqua con una schiumarola.
8. Adagiare su un piatto l’insalatina e sopra disporvi i canederli. Condire il tutto con un filo d’olio e servire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.