loading

Patate hasselback con pesto di rucola e pomodori secchi

  • Persone 4
  • Preparazione 15'
  • Difficoltà    
  • Costo    

Non solo patate lesse. Esistono modi ben più appetitosi di gustare le patate. Uno dei più sorprendenti è nella versione hasselback. Tipiche della cucina svedese, questo metodo di preparazione deriva dal ristorante Hasselbacken di Stoccolma in cui venne inventata questa ricetta che, per tradizione, prevede di incidere le patate, farcirle di formaggio e cuocerle in forno. Qui su Casa Di Vita trovi una versione più light: al posto del formaggio c’è un freschissimo pesto di rucola, pomodori secchi e noci.

 

Procedimento
1. Preriscalda il forno a 200°C. Lava bene le patate sotto acqua corrente e infila uno spiedo in ognuna una alla volta tenendoti a 1 cm dalla base (lato lungo) della patata. Con un coltello incidi le patate per creare delle fette sottili fermandoti con la lama allo spiedo. Una volta incise, leva gli spiedi.
2. Lava e trita finemente il rosmarino, il timo e trita anche lo spicchio d’aglio sbucciato; aggiungi il pepe e mescola bene.
3. Riempi l’interno delle fette di patate con il trito di erbe e disponile su una leccarda foderata di carta da forno e unta con un filo d’olio. Irrora anche le patate e cuoci in forno per circa un’ora.
4. Nel frattempo prepara il pesto: frulla i pomodori secchi con le noci, l’olio e la rucola. Una volta cotte, cospargi le patate di pesto.

 

Scegli questa ricetta delle patate hasselback per completare il 25% dedicato a carboidrati sotto forma di cereali integrali o patate del tuo piatto unico. Clicca QUI e scopri di più.

  1. Buongiorno ho una domanda da farVi: Volevo sapere il Vs/ parere con i cibi che alzano la glicemia. io per esempio sono golosa di verdure e mangio molto volentieri la barbabietola cucinata in varie maniere ma so che ci sono altre verdure che alzano la glicemia tipo le carote oppure amidi come le patate appunto. Come mi dovrei regolare? rinunciare oppure per le proprieta’ nutritive e’ meglio consumarle?
    Grazie

    1. Ciao Silvana, le carote hanno un’indice glicemico alto ma il loro carico glicemico è basso, cioè dovresti mangiarne davvero tantissime perché abbiano un impatto negativo. Dunque continua pure a consumarle 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.