loading

Falafel, polpette sane per bambini

  • Persone 4
  • Preparazione 40'
  • Difficoltà    
  • Costo    

I legumi sono stati considerati per lungo tempo la carne di poveri. Ora qualcuno dice che li dovremmo definire la carne dei sani: fagioli, piselli, legumi, fave, soia, ceci, arachidi non dovrebbero mancare dai piatti che prepariamo ai nostri bambini perché sono una straordinaria fonte di proteine a basso costo, completi dal punto di vista nutrizionale se associati ad un cereale.
E se proprio non li gradiscono o storcono il naso possiamo sempre “nasconderli” negli alimenti.

I falafel sono delle polpettine di ceci speziate e insaporite con aglio, cumino, cipolla e prezzemolo. Ma per renderli più delicati possiamo anche alleggerire i sapori o eliminarne qualcuno (come il cumino). Io li preparo spesso, la ricetta originale li vuole fritti, ma la variante al forno è decisamente più salutare ed efficace, l’importante è che si formi la tipica crosticina.

Ingredienti

250 g di ceci essiccati, lasciati in ammollo almeno 7-8 ore
2-3 cucchiaini di prezzemolo fresco o surgelato
mezza cipolla
uno spicchio d’aglio
un cucchiaino di cumino in polvere
sale, pepe, olio extravergine di oliva


Procedimento

1. Mettere in ammollo i ceci secchi per almeno 7-8 ore, sostituendo l’acqua, se possibile, dopo 4-5 ore. Ai ceci ammorbiditi opportunamente scolati aggiungere i sapori, la cipolla e l’aglio a pezzetti, sale e pepe.
2. Successivamente frullare tutto con un frullatore ad immersione fino ad ottenere un composto omogeneo da cui partire per fare le polpettine. Con le mani umide e – volendo – con l’aiuto di un cucchiaio formare le polpette. Se si preferisce passare le polpette sul pane grattuggiato o sulla farina di ceci.
3. Scegliere la cottura in padella (ma friggere con olio extravergine di oliva: friggiamo poco ma quella volta usiamo olio buono! L’olio evo ha un punto di fumo alto e per questo è il più indicato per friggere), oppure al forno, per 20-25 minuti a 180° e comunque fino a che non si veda una bella doratura sulla superficie delle polpettine.

Per preparare un pasto completo abbinate i falafel a verdure crude o cotte e ad un piatto di cereali integrali!

Buon appetito!

Potete scoprire altre ricette per bambini sul blog di Elisa Artuso, Mestiere di Mamma.

  1. L’olio evo ha un punto di fumo alto e per questo è il più indicato per friggere….ma ne siete sicuri?rispetto a cosa?

  2. Ciao Eric! Il punto di fumo dell’olio extravergine di oliva è a 210°C quindi è più alto rispetto, per esempio, a quello dell’olio di mais (160°C) e dell’olio di arachide (180°C). È quindi il migliore per friggere, soprattutto a casa quando non è sempre possibile tenere sotto controllo la temperatura dell’olio con un termometro o strumenti specifici.

  3. Ciao Nadia! Sì perché i ceci per fare i falafel non vanno cotti, si frullano dopo l’ammollo e poi si friggono o cuociono al forno ovviamente dopo averli frullati con tutti gli altri ingredienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.