loading

Crostatine Chèri alla lavanda

  • Persone 10
  • Preparazione 40'
  • Difficoltà    
  • Costo    

La cheesecake di tofu e ciliegie ci ha insegnato che un dolce può essere tanto goloso quanto povero di grassi; grazie alla torta eco con bucce di carote, nocciole e cioccolato abbiamo imparato un modo per cucinare rispettando l’ambiente; ora con le crostatine Chèri alla lavanda di Maria Cardamone vediamo come anche i fiori possano diventare degli ingredienti inediti in cucina.

Perché è stata scelta questa ricetta: l’aroma inconfondibile della lavanda vi aiuterà ad apprezzare con gusto questo insolito dessert senza esagerare nella quantità. L’assenza di burro e il basso apporto di zucchero lo rendono adatto nei casi in cui si desidera perdere peso (consumatelo a colazione) o tenere sotto controllo il livello del colesterolo nel sangue e dei trigliceridi (assumetelo come spuntino prima dell’attività fisica).

Ingredienti

Per l’impasto
175 g di farina
75 g di zucchero di canna
75 ml di olio
2 uova intere
un cucchiaino di lavanda essiccata e leggermente pestata con un cucchiaino
scorza di un limone
mezza bustina di lievito vanigliato

Per il ripieno
250g di fragole  
un cucchiaio di zucchero di canna


Procedimento

1. Lavorare lo zucchero con le uova, aggiungere l’olio continuando ad amalgamare.
2. Setacciare la farina con la bustina di lievito e la lavanda.
3. Aggiungere la farina e la lavanda al composto, mescolare e lavorare l’impasto aggiungendo ancora un po’ farina per mantenere l’impasto morbido e elastico.
4. Imburrare e spolverizzare con la farina le formine per le crostatine e rovesciare l’impasto, tenendo da parte un po’ di impasto che andrà a coprire le crostatine.
5. Mettere in un pentolino le fragole lavate e tagliate a pezzettini, aggiungere un po’ d’acqua e lo zucchero. Cuocere, raffreddare e versare il ripieno di fragole negli stampini.
6. Ricoprire con l’impasto tenuto da parte ed infornare a 160° per 15 minuti.

Conosciamo meglio la creatrice di questa ricetta.
Maria ha 25 anni, vive in provincia di Cosenza e studia Conservazione dei Beni Culturali all’Università della Calabria. Tra un esame universitario e l’altro, Maria riesce a ritagliarsi del tempo libero per dedicarsi alla sua grande passione per l’arte che esprime anche nel suo blog Chèri e nella sua pagina Facebook. Queste crostatine nascono dal suo amore per la Provenza e per il piccolo angolino di lavanda del suo giardino. Ha sempre avuto l’abitudine di creare dei mazzolini di lavanda per farli essiccare e per dare un tocco di freschezza alla casa, ma in occasione del contest Dolce di vita ha scoperto di poter portare anche in cucina il profumo intenso e il colore delicato di questo fiore.  

  1. Dedizione, passione e profumi rendono unico questo piccolo tocco di creatività… L’ingrediente segreto in tutto questo è il desiderio di lasciare qualcosa di buono a chiunque ne assaggi un pò…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.