loading

Pulizie di primavera: come farle diventare meditazione in movimento

Pulizie di primavera: è giunta l’ora! Sei anche tu di quelli che non amano fare le pulizie, lo trovano noioso e cercano di farlo più rapidamente possibile in modo da togliersi il pensiero?
Forse esiste un modo per renderle molto più piacevoli.

Non è con la velocità e la fretta che fare le pulizie può diventare un’attività bella e rilassante. È esattamente il contrario. Se svolte con consapevolezza, le pulizie di primavera possono trasformarsi in una sorta di meditazione in movimento.

Ecco come.

Trasforma le pulizie di primavera in una meditazione in movimento

1. Rallenta. Presta attenzione a ciò che fai nel qui e ora 

La prima regola è proprio quella di svolgere le pulizie con calma. Quando spolveri, ad esempio, cerca di usare i 5 sensi per vivere completamente quello che stai facendo. Senti le tue mani che stringono il panno che stai utilizzando e guarda l’effetto del mobile che torna lucido. Infine, nota gli odori e i rumori dell’ambiente che ti circonda. Quando la tua mente vaga da un pensiero all’altro (ed è normale che succeda), con gentilezza e fermezza riportala al momento presente e a quello che stai facendo. È questione di esercizio. E presto ti sentirai più rilassato e tranquillo.

2. Pulisci ciò che è fuori di te e anche la tua mente sarà più lucida

I monaci buddisti iniziano sempre la loro giornata facendo le pulizie. Spesso i monasteri sono luoghi perfettamente ordinati e tirati a lucido. Ma i monaci continuano ugualmente, ogni giorno, a pulire anche dove, apparentemente, non ce ne sarebbe bisogno. Togliere la patina di sporco impercettibile che si deposita sugli oggetti li aiuta a eliminare anche le “ombre” dal loro spirito. 

3. Scegli la mattina

Se puoi, svolgi le tue pulizie di primavera di mattina. Proprio come per la meditazione tradizionale, la mattina è il momento in cui il tuo corpo e la tua mente sono più ricettivi e meno stressati dagli eventi e le incombenze quotidiane. Inoltre, portare a termine un compito la mattina presto, ti permetterà di sentirti più efficiente e attivo per tutta la giornata.

4. Per cominciare, apri le finestre

La prima azione da compiere per svolgere al meglio le tue pulizie di primavera è aprire le finestre. Lascia che l’aria entri nella tua casa e che rinfreschi anche la tua mente e i tuoi pensieri. È un gesto semplice che però ti riporta al primordiale contatto con la natura, con le stagioni che cambiano e con la vita “vera” all’esterno delle quattro mura.

5. Non rimandare a domani quello che puoi fare oggi

Le pulizie danno un senso di compiutezza alla giornata. Dopo che hai fatto colazione, non lasciare le tazze nel lavandino, rifai il letto appena sveglio e passa con la scopa il pavimento della cucina dopo pranzo. Queste sono azioni che ti aiutano a stare bene, ti permettono di concludere quello che hai iniziato. Eviterai il pensiero di “avere ancora qualcosa da fare e che non hai fatto” e anche il senso di colpa a esso collegato.

 

Le pulizie di primavera possono essere piacevoli, un modo per riconciliarti con te stesso e con uno stile di vita più semplice e in armonia con la natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.