loading

Come pulire la rana pescatrice

La rana pescatrice, chiamata anche coda di rospo, ci insegna che non bisogna giudicare “un libro dalla copertina”. Dietro al suo aspetto spaventoso, infatti, si nasconde un pesce dalle carni pregiate, magre e leggere, ma allo stesso tempo molto saporite.

Potete testare voi stessi il gusto di questo pesce nella nostra ricetta della rana pescatrice con salsa alle pere, rapa rossa e aceto balsamico. Prima di procedere, però, è necessario saper pulire in modo corretto la rana pescatrice. È più facile di quante si possa pensare: basta seguire le dritte del nostro chef Stefano Polato.

Come pulire la rana pescatrice

1.    Posizionare il pesce con il dorso verso l’alto e incidere la pelle per tutta la lunghezza;
2.    Eliminare tutta la pelle esercitando una buona pressione;
3.    Incidere la carne ai lati dell’osso centrale;
4.    Scartare l’osso centrale e ottenere due filetti;
5.    Tagliare quindi i filetti a fettine o come riportato nella ricetta.

Consiglio dello chef: conservare i resti scartati in precedenza per un eventuale fumetto di pesce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.