loading

Il pistacchio

Non solo gelato, il pistacchio è un tipo di frutta secca da gustare tutto l’anno! Perché? Te lo raccontiamo qui:

Cosa contiene

Sono costituiti per oltre il 50% da grassi soprattutto monoinsaturi che ne determina l’elevato contenuto calorico (629kcal per 100g). Oltre all’importante presenza di grassi, i pistacchi presentano anche un buon contenuto proteico e sono un’ottima fonte di fibre (una porzione da 30 g ne fornisce circa 3 g).
Tra i micronutrienti il potassio è contenuto in quantità più elevata rispetto a tutta la frutta secca. Buona è anche la presenza di ferro, fosforo e manganese. Tiamina (vitamina B1), vitamina B6 e biotina sono le vitamine più presenti, oltre alla vitamina K. Tra i composti bioattivi ben rappresentati sono i fitosteroli, carotenoidi e antociani, responsabili del colore verde del seme e viola della cuticola.

Cosa fa di buono per noi

I pistacchi sono amici di cuore e arterie. Grazie alla presenza dei fitosteroli aiutano infatti ad abbassare i livelli di colesterolo-LDL (il colesterolo cattivo), proteggendo il sistema cardiovascolare. Ma non solo. La presenza abbondante di potassio contribuisce a controllare la pressione arteriosa e contribuisce alla normale funzione dei muscoli e del sistema nervoso.
Grazie alla sua energia concentrata rappresenta un ottimo spuntino saziante e nutriente e possono essere utili anche per coloro che praticano sport. Sembrano inoltre avere proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, grazie alla presenza di beta-carotene e antociani.
La scelta migliore è sicuramente quella di consumare i pistacchi nella versione non salata. In questo modo saremo certi di fare nostre tutte le loro strepitose qualità evitando un eccesso di sodio che può rivelarsi negativo per la nostra salute.

Come si presenta

È piccolo, di colore verde acido (verde pistacchio, appunto!), ricoperto da un guscio legnoso. Si trova in commercio sia fresco sia tostato, in quest’ultimo caso attenzione alle eccessive aggiunte di sale. Al momento dell’acquisto, controllate quanto pesa: più il pistacchio è pesante più è fresco, a mano a mano che invecchia invece perde peso. Si conserva anche per sei mesi, meglio se in luogo asciutto e in un contenitore ermetico.

Preparazione

È delizioso consumato in purezza, come spuntino o come aperitivo. Si impiega tradizionalmente nell’impasto della mortadella. Si può utilizzare con fantasia in cucina, è ideale in abbinamento a piatti di carne o pesce, a cui fornisce uno sprint molto speciale! Si può anche tritare per farne salse e panature. È molto usato nelle preparazioni dolciarie, dai gelati ai torroni.

Curiosità

La cittadina siciliana di Bronte, famosa per la sua produzione di pistacchi a marchio DOP (Denominazione Origine Protetta), ha un inno ad essi dedicato che si intitola: “Diamanti Verdi”.

 

*Articolo originale del 27/02/2013, aggiornato il 02/08/2022