loading

Nocciole: conosciamole meglio

Nome

Nocciola

Cosa fanno di buono per noi

Come gran parte della frutta secca, le nocciole proteggono l’apparato cardiovascolare, contribuendo alla riduzione dei livelli di LDL-colesterolo cioè il colesterolo cattivo dei trigliceridi e modulando quelli della pressione arteriosa. La loro piccola dimensione non deve ingannare, infatti le nocciole sono un alimento nutrizionalmente denso in quanto racchiudono moltissimi elementi nutritivi estremamente importanti per il nostro organismo e per il nostro benessere.

Iniziamo dai macronutrienti. Le nocciole hanno una elevata concentrazione di grassi buoni, dunque sono molto energetiche. In particolare è molto presente l’acido oleico che sembra essere uno dei maggiori responsabili degli effetti positivi sul colesterolo e quindi sulla protezione cardiovascolare. Ma, le nocciole, sono anche ricche di proteine e fibre, in particolare se consumate con ancora la pellicina marrone il che le rende ottime come spezza-fame durante la giornata.

Passando ai micronutrienti, nelle nocciole troviamo la presenza di molte vitamine e minerali. In particolare, molto elevata è la presenza di vitamina E che possiede una importante capacità antiossidante utile a contrastare l’invecchiamento cellulare e l’azione dei radicali liberi. Questa proprietà antiossidante della nocciola non poteva di certo passare inosservata all’industria cosmetica, in cui l’olio di nocciola è utilizzato nei trattamenti emollienti e idratanti per la pelle del viso e per il cuoio capelluto.

Ricorda, essendo ricche di energia, di non eccedere con le quantità. La porzione consigliata per un consumo giornaliero è di 30 g (circa 20 nocciole).

Nocciole

Metodi di preparazione

L’utilizzo maggiore delle nocciole è nell’industria dolciaria dove il frutto subisce processi di trasformazione e diventa prelibato. Ma si è sempre più diffuso il consumo delle nocciole anche in cucina. Tritate, arricchiscono di gusto, e benefici una classica insalata o un condimento come il pesto. Si abbinano magnificamente alle carni: dagli arrosti ai più semplici involtini di tacchino o al pollo, come in questa ricetta per gli involtini di pollo con nocciole.

Metodi di conservazione

Le nocciole si raccolgono in autunno, quando i frutti sono giunti a piena maturazione e si staccano facilmente dalla pianta. Si acquistano sgusciate o con guscio, sfuse o confezionate, o anche già tritate in granella. Si conservano facilmente, anche per un mese, in luogo fresco ed asciutto, in contenitori possibilmente scuri (o riposti al buio) ed ermetici per evitare il passaggio della luce e il contatto con l’aria che potrebbero alterare i suoi utilissimi grassi.

Curiosità

Sin dall’antichità il nocciolo è sempre stato considerato un albero magico, forse è anche per questo retaggio culturale che molte streghe nei fumetti e nelle fiabe si chiamano, appunto, “strega nocciola”.

Ricetta

   Biscotti al cacao, nocciole e cocco

   Purè di biete alle nocciole

   Sgombro al vapore con pesto di rucola e nocciole

*Articolo originale del 21/10/2012 e aggiornato il 09/09/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.