loading

Scopriamo l’aceto di mele

L’aceto di mele non è solo un semplice condimento per i cibi, è un alimento ricco di molte proprietà benefiche che derivano innanzitutto dalla sua materia prima, le buonissime mele.

 

Cos’è l’aceto di mele

L’aceto di mele è il prodotto della fermentazione del sidro o del mosto di mela in grandi botti di legno. Dal colore dorato e dall’intenso profumo, l’aceto di mele si può considerare un insaporitore naturale adatto, quindi, a dare quel tocco in più di gusto alle proprie pietanze. 

 

Proprietà e benefici dell’aceto di mele

Il nostro organismo può beneficiare delle numerose proprietà nutrizionali dell’aceto di mele grazie alle sue preziose sostanze. Innanzitutto, la pectina, una fibra idrosolubile conosciuta per essere un buon alleato nelle diete dimagranti: favorisce il senso di sazietà e ostacola in parte l’assorbimento dei grassi. L’aceto di mele contiene, inoltre, numerosi batteri “buoni” che contribuiscono a preservare l’equilibrio della microflora intestinale, potenziando così le sue funzioni.

 

L’aceto di mele fornisce sali minerali come calcio, fosforo, zolfo, ferro, magnesio e, soprattutto, potassio. E’ proprio grazie al potassio che l’aceto di mele migliora la salute della pelle. 

 

Anemia, lievi disturbi del sonno, punture d’insetti, influenza, mal di gola, emicrania, alito cattivo, vertigine e stanchezza oculare: l’aceto di mele è un rimedio ottimo anche per piccoli problemi quotidiani. 

 

Consigli

Prima di acquistare l’aceto di mele è bene accertarsi che sia biologico, non pastorizzato – per non eliminare quei batteri “buoni”, indispensabili per le corrette funzioni intestinali – e che sia ottenuto preferibilmente da mele intere e non da parti di scarto in modo che siano mantenute intatte tutte le sue virtù.  Per capire se l’aceto di mele è di qualità basta guardare il suo colore: è meglio che sia torbido perché se appare troppo chiaro e trasparente in genere significa che è stato raffinato e ha perso gran parte delle sue proprietà benefiche. 

 

L’aceto di mele è usato comunemente in cucina come condimento per ortaggi e insalate, ma può avere altri impieghi, anche molto originali. Per chi si vuole lanciare nell’impresa di preparare il tofu in casa può usare l’aceto di mele come caglio; chi invece ama cucinare pietanze dolci sa che basta un cucchiaino di aceto di mele per facilitare la lievitazione delle torte. Nella cucina francese è di tradizione impiegare l’aceto di mele nei dolci. In particolare, è ottimo come alternativa al solito succo di limone sulle macedonie di frutta, in questo modo si eviterà anche di esagerare con lo zucchero. 

 

Curiosità 

L’aceto di mele è un ottimo ingrediente per creare dei rimedi eco-friendly. Nel mondo della cosmesi, l’aceto di mele è noto per la sua capacità di donare brillantezza ai capelli, basta aggiungerne un cucchiaio in un flacone da un litro pieno di acqua fredda, agitare e procedere al risciacquo finale del capelli su cui non rimarrà nessun odore di aceto. 

 

Invece degli oli lenitivi, spesso pieni di sostanze chimiche, si può preferire l’aceto di mele per ridurre il gonfiore dei piedi dopo una lunga e faticosa giornata.

 

Le nostre nonne ben conoscevano l’azione sgrassante dell’aceto. Si possono mescolare due bicchieri d’acqua con un bicchiere d’aceto di mele all’interno di un apposito flacone, agitare bene il tutto e così si otterrà un efficace spray multiuso del tutto naturale per la pulizia di bagno, cucina, vetri e pavimenti. Non solo pulizia, questo detergente donerà a tutta la casa un dolce profumo di mele. 

 

Se aggiungete alcune gocce di aceto di mele nel detersivo dei capi delicati, eviterete che le maglie di lana si infeltriscano e risparmierete sull’uso degli ammorbidenti!

  1. fantastico lo uso x tutto e nn compro piu derersivi
    è ottimo anche x candida e bruciori esterni diluito in un lt di acqua depurata 2 spicchi di aglio e 2 cucchiai di aceto di mele ..lasciato a riposare x 12 ore … poi si procede con l’uso di lavande interne o lavaggi esterni
    e grazie x aver acuisito altre informazioni

Rispondi a Marina Mary Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.