loading

A tutta fibra con il bulgur

Chi apprezza il cous cous non può non amare anche il bulgur, uno dei tanti tesori culinari del Medio Oriente che garantisce rapidità di preparazione, versatilità e molte proprietà nutrizionali. 

 

Cos’è il bulgur

Il bulgur è un alimento costituito da grano duro integrale messo in ammollo fino alla germogliazione dei chicchi, poi cotto a vapore, essiccato, frammentato e conservato per essere pronto da consumare. 
Esistono diverse varietà di bulgur, a seconda della grandezza dei pezzi. I grani più grandi sono più adatti per le minestre, mentre quelli più fini sono ideali per piatti freddi e insalate. 

 

Origine

Il bulgur è uno degli alimenti più antichi che si conoscano; ha origine in Anatolia, nell’attuale Turchia dov’è tuttora uno dei cibi più popolari, ma era consumato anche dai Babilonesi, dagli Ittiti e persino dalle temibili armate di Gengis Kahn. Il bulgur era il modo più semplice e efficace per conservare il frumento durante l’inverno. 

 

Proprietà e benefici del bulgur

Il bulgur possiede tutte le proprietà nutritive del frumento integrale, incluse le fibre. 

Le fibre migliorano in modo naturale la funzionalità intestinale e consentono di ridurre il rischio di patologie come il tumore del colon-retto, il diabete e alcune malattie cardiovascolari quali l’arteriosclerosi. 

Nel bulgur sono presenti anche folati, e alcune vitamine del gruppo B che hanno un ruolo fondamentale nel nostro organismo; per esempio partecipano alla formazione dei globuli rossi e bianchi e sono gli ingredienti essenziali nella sintesi del DNA. Le mamme conoscono bene queste vitamine perché sanno che intervengono per il buon sviluppo del bambino in gravidanza. I folati, inoltre, riducono il rischio di ammalarsi di Alzheimer e secondo recenti studi renderebbero il nostro cervello più reattivo e ricettivo all’apprendimento. 

Come se tutto ciò non bastasse, il bulgur contiene proteine, carboidrati, oligoalimenti e sali minerali, soprattutto fosforo e potassio, a fronte di un basso apporto di grassi. 

 

Consigli

D’estate, quando fa così caldo che è difficile stare ai fornelli, non c’è niente di meglio che prepararsi un bel piatto fresco a base di bulgur. Il bulgur, infatti non necessita di una vera e propria cottura: basta metterlo in un contenitore, versare acqua bollente e lasciarlo riposare per 10-30 minuti per farlo reidratare. Se in Medio Oriente è utilizzato come contorno alla carne, nella versione italiana diventa un primo piatto ricco e leggero allo stesso tempo, un’ottima alternativa all’insalata fredda di riso o pasta. 

Non solo con la bella stagione, il bulgur è ottimo tutto l’anno per esempio se impiegato nelle zuppe e accompagnato alle verdure crude o cotte. Si può provare il bulgur come antipasto, secondo la sua ricetta tradizionale turca, con peperoni, pomodori e cipolle. 

 

  1. Lo scoperto oggi questo prezioso alimento grazie a mia madre che l’ha cucinato Con quinoa e un misto di verdure e spezie! è bonissimo!!!👍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.