loading

I piselli. C’era una volta…

Esploriamo insieme il mondo di questi legumi, partendo da una curiosità storica che testimonia come l’amore per questo prodotto della primavera sia nato molto molto tempo fa. C’era una volta… 1696 – In Francia alla corte di Luigi XIV, raccontava Madame de Maintenon in una lettera (del 10 maggio 1696) la passione per i verdi legumi

L’impazienza di mangiarne, il piacere di averli mangiati, la gioia di poterne mangiare ancora sono i tre punti che i nostri principi trattano da quattro giorni. Ci sono dame, che dopo aver cenato col re, e bene, si fanno preparare a casa dei piselli per mangiarli prima di andare a dormire, a rischio di indigestione. E’ una moda, un furore.” (tratto da “Il riposo della polpetta” di Massimo Montanari).

Dopo più di 3 secoli siamo ancora qui a parlare di questo magnifico legume, che la primavera inoltrata ci regala, e ad enfatizzarne le tante proprietà nutrizionali. I piselli non sono allora una moda della corte del Re Sole, ma una certezza all’interno di una corretta e sana alimentazione. Un regolare consumo di legumi in generale garantisce infatti, secondo molti studi, un notevole apporto di fibra solubile, che accresce il senso di sazietà e permette pertanto di contrastare nel lungo termine il rischio di obesità. Ma come è preferibile consumarli? Freschi, secchi, in scatola, surgelati? La risposta a questo e tante altre “verdi” curiosità vi aspettano nei prossimi articoli dedicati ai piselli…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.