loading

Peperone, tanta vitamina C anche in estate!

Bastano tre ottimi motivi per mangiare il peperone in estate: per il suo inconfondibile sapore dolce e un po’ piccantino, per la varietà dei suoi colori che rallegrano ogni piatto e per le sue eccellenti proprietà benefiche, tutte da scoprire!

Origine del peperone

Abbiamo dovuto aspettare che Cristoforo Colombo scoprisse il Nuovo Mondo per conoscere il peperone. Quest’ortaggio è, infatti, originario dell’America centro-meridionale, tant’è che nel XVI secolo in Europa era chiamato anche pepe del Brasile e pepe d’India. I primi peperoni esportati dalle Americhe erano quelli piccanti e di forma allungata: è solo grazie al lavoro certosino di botanici e orticoltori che sono nate le varietà dolci che tutti noi conosciamo.

Proprietà e benefici del peperone

Che sorpresa! L’ortaggio principe dell’estate è in assoluto la fonte principale di vitamina C (addirittura quasi 5 volte più degli agrumi), preziosa vitamina antiossidante per il nostro organismo. A ciò aggiungiamo anche tanta acqua (90%) e tanto potassio a fronte di pochissime calorie e ottime proprietà diuretiche. Verde è il peperone che viene raccolto prima degli altri e dal sapore più piccante, rosso il più zuccherino e saziante, giallo il più dolce e tenero.

Consigli per usare il peperone in cucina

Cotti o crudi? Questo è il dilemma! Se è vero che crudi, in insalata e pinzimonio, conservano tutti i loro formidabili nutrienti, è altrettanto vero che a molti risultano indigesti (soprattutto i verdi), a causa di una sostanza contenuta nella buccia (la capsicina). Per ovviare a questo vi basterà rapidamente sbollentare i peperoni e privarli della pellicola esterna, oltre che dei semi interni, per gustarli poi a vapore, in peperonate, sughi o farciti.

Curiosità sul peperone

Dal peperone si ottiene la paprica, una spezia che aiuta a insaporire i nostri piatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.