loading

Pepe, una spezia di carattere

Il pepe, anticamente utilizzato come moneta di scambio, è oggi una delle spezie più usate nella cucina di tutto il mondo. Possiede un aroma caldo e pungente e si presta ad essere impiegato per la realizzazione di numerose ricette. Scoprite di più…

Proprietà e benefici del pepe

Come abbiamo potuto imparare dalla sua storia, il pepe è originario dell’India meridionale ed è una pianta perenne rampicante appartenente alla famiglia delle Piperaceae. È coltivata per i suoi frutti che una volta essiccati sono usati come spezie. Anticamente, le bacche del pepe erano impiegate non solo per la preparazione di antidoti per i veleni (“theriaca”), ma anche come condimento e per la conservazione del cibo. Questa spezia, oltre a possedere proprietà antisettiche, antibatteriche ed antinfiammatorie, favorisce la digestione e la diuresi.

Il pepe deve il suo caratteristico sapore piccante e pungente all’alto contenuto di piperina, una sostanza in grado di aumentare la secrezione salivare e gastrica stimolando la digestione e migliorando l’assorbimento intestinale di molti nutrienti come il selenio, le vitamine del gruppo B ed il betacarotene. La piperina, inoltre, vanta interessanti proprietà termogeniche (consente un maggior dispendio energetico) che vengono sfruttate non a caso per la preparazione di integratori dimagranti. Il pepe è anche una buona fonte di terpeni quali limonene, pinene, linalolo, che gli conferiscono proprietà aromatiche, di vitamine (A e C) e di sali minerali, soprattutto potassio, zinco e manganese.

A fronte di tanti benefici, tuttavia, è bene non esagerare con il consumo di pepe, poiché in quantità eccessive può causare forti bruciori di stomaco. Inoltre, è sconsigliato alle donne in gravidanza e durante l’allattamento, ma anche in caso di ulcera, gastrite ed emorroidi, poiché come il peperoncino e le altre spezie piccanti è irritante.

Come usare il pepe in cucina

L’uso del pepe in cucina è molto diffuso ed essendo né dolce né amaro si presta per la preparazione di innumerevoli ricette. Si utilizza sia macinato in polvere sia in grani interi (mantiene più a lungo le sue proprietà organolettiche) per insaporire una grande varietà di piatti, dalle zuppe alla carne e al pesce, senza dimenticare sughi, salse e verdure. Nella cucina occidentale sono maggiormente impiegati il pepe bianco, che è meno piccante ma ha un aroma più complesso, ed il pepe grigio, che è una miscela di pepe nero e pepe bianco. Per la conservazione ottimale del pepe è ideale un ambiente fresco, poco illuminato e privo di umidità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.