loading

OMS e carne rossa: la notizia che non è una notizia

Da un po’ di giorni non si fa altro che parlare del report della IARC (International Agency for Research on Cancer), un’agenzia dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sul rapporto tra consumo di carni lavorate e rosse e il rischio di contrarre un tumore.

Sui dati di questo report si è detto tutto e il contrario di tutto, oltre a crearsi un certo clima di allarmismo. Il Dr. Filippo Ongaro, direttore responsabile di Casa Di Vita e Di Vita magazine, dedica l’editoriale di novembre del suo blog proprio a questo tema. Ecco di seguito un breve estratto

“Siamo alle solite. Una notizia che non dà alcuna nuova informazione, invece di essere interpretata per quello che è, viene spacciata dai media come una rivoluzione e viene utilizzata da molti per sostenere tesi che nulla c’entrano con la notizia in sé. La posizione presa da OMS e IARC sul consumo di carne non rappresenta alcuna novità ma semmai dimostra solo la lentezza con cui le istituzioni ufficiali si muovono su certi temi.”

Continua a leggere l’editoriale del Dr. Ongaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.