loading

A tutto olio extravergine d’oliva

L’olio extravergine d’oliva (uno degli alimenti caratterizzanti della dieta mediterranea) è presente in quasi tutte le ricette, non solo per le sue proprietà benefiche ma soprattutto per le sue qualità in cucina. 

 

Crudo o cotto? 

Entrambi! L’olio extravergine d’oliva è da preferire ad altri tipi di olio sia come condimento a crudo, sia per le cotture, inclusa la frittura, perché resiste bene alle alte temperature.

A crudo conserva intatte tutte le sue proprietà, ma anche nelle preparazioni a caldo non è soggetto ad importanti variazioni delle sue caratteristiche e proprietà.

 

Salato o dolce? 

Entrambi anche questa volta! Oltre che nella cucina salata, l’olio evo trova infatti sempre maggior impiego anche in pasticceria per la preparazione di dolci più digeribili in sostituzione di altri grassi, in primis il burro, per esempio in gustosi biscotti

 

A differenza del vino, l’olio migliore non è quello d’annata ma quello più giovane, che meglio conserva le proprietà nutrizionali. Un’accortezza: l’olio evo teme luce e calore, attenzione quindi a tenerlo in luogo fresco e buio. In fase d’acquisto preferite gli oli imbottigliati in vetro scuro piuttosto che trasparente, che meglio protegge dalla luce ed evita l’ossidazione e quindi l’irrancidimento dell’olio. Se sul fondo della bottiglia si depositano frammenti di olive, travasate l’olio in un altro contenitore perché le sue proprietà organolettiche potrebbero venire alterate.

 

Un’ultima curiosità: numerosissimi sono gli impieghi alternativi a quello culinario di questo straordinario prodotto. Dalla cosmesi, dove l’olio viene ampiamente utilizzato per prodotti dedicati alla pelle piuttosto che ai capelli o alle unghie, fino ad arrivare alla pulizia della casa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.