loading

L’olio extravergine d’oliva: oro di salute

Il benessere in tavola passa attraverso l’utilizzo di condimenti leggeri, naturali e genuini: l’olio extravergine d’oliva è oggi universalmente riconosciuto in tal senso come la scelta ideale e irrinunciabile, dalla tavola di tutti i giorni alla cucina degli chef più affermati.

 

Quando un olio può essere definito extravergine?

In commercio esistono moltissime varietà di oli, ma per essere extravergine un olio deve possedere alcuni precisi requisiti: innanzitutto la fase della spremitura delle olive deve avvenire in modo esclusivamente meccanico, senza quindi l’utilizzo di processi o sostanze chimiche che potrebbero alterarne la natura. Inoltre un olio d’oliva extravergine deve possedere un grado di acidità inferiore allo 0,8%.

Prima di acquistarlo leggete attentamente l’etichetta e scegliete un olio prodotto in Italia (il secondo Paese maggiore produttore a livello mondiale) ottenuto esclusivamente dalla spremitura di olive italiane di prima qualità coltivate e raccolte nel pieno rispetto dell’ambiente e della salute umana.

 

Proprietà e benefici dell‘olio extravergine d’oliva

Lo abbiamo definito l’oro della salute perché questo condimento è davvero un tesoro inestimabile di proprietà benefiche per il nostro organismo.

L’elevato contenuto di sostanze antiossidanti rappresenta il principale pregio di questo che a tutti gli effetti possiamo considerare un alimento molto prezioso per la nostra salute e non un semplice condimento: vitamina E, betacarotene ma soprattutto polifenoli contribuiscono in modo determinante a rallentare l’invecchiamento cellulare allontanando il rischio di arteriosclerosi.

L’olio extravergine d’oliva è un prezioso alleato anche nella prevenzione di altre patologie, prime tra tutte quelle cardiovascolari, grazie alla sua capacità di ridurre il livello di colesterolo cattivo (LDL) nel circolo sanguigno. E così i Paesi del Mediterraneo sembrano essere meno esposti al rischio di disturbi circolatori (come ad esempio l’ictus) rispetto ad altri Paesi, che invece prediligono nella loro alimentazione grassi di origine animale.

Numerosi studi sembrano confermare che un consumo regolare di olio extravergine d’oliva riduca il rischio di neoplasie, in particolare al seno. 

Dal punto di vista alimentare, condire e preparare le pietanze con l’olio extravergine assicura una maggiore leggerezza e digeribilità degli stessi.

Scegliamo l’olio d’oliva: mangeremo con più gusto e invecchieremo meglio!

 

L’olio extravergine d’oliva è uno degli alimenti caratterizzanti della dieta mediterranea.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.