loading

Melissa, rilassare mente e cuore con dolcezza

La melissa profuma di buono tutto ciò che incontra con il suo aroma a metà strada tra quello del limone e della menta dolce con la quale si rasssomiglia per il fogliame e condivide la stessa famiglia delle Labiateae.

Se avete spazio in giardino o in un vaso capiente in terrazzo, coltivate questa pianta aromatica, gradisce terreno fresco e leggero e una zona parzialmente ombrosa. Con minime cure avrete a disposizione un’erba che delizierà il palato con il suo dolce gusto e  curerà il corpo con le sue virtù terapeutiche. È nota da secoli la proprietà rilassante della Melissa officinalis che nei conventi si distillava per ricavarne un preparato chiamato acqua antisterica. Molto più semplicemente si utilizza come ingrediente di gradevolissime tisane da preparare la sera per l’azione digestiva e per conciliare il buon riposo. Ricca di oli essenziali che agiscono come calmanti sul sistema nervoso è ottimo coadiuvante nella cura dei mal di testa. La melissa si può usare in diversi modi, ecco tre esempi:

Più gusto a fragole e macedonia

Aggiungete sapore e una nota di novità alla macedonia o alle fragole fresche con le foglioline di melissa raccolte agli apici dei fusti.

Infuso del buonumore alla melissa

Fate scorta di melissa per preparare rilassanti tisane. Raccogliete gli steli per farli essiccare prima che vadano a fiore, formatene mazzetti che andranno appesi a testa in giù in ambiente asciutto, buio e ben areato. Mondateli e conservate le foglie in un barattolo di vetro.

Per preparare una tazza di infuso basta versare un cucchiaio di foglie di melissa nell’acqua bollente. Spegnere il fuoco, coprire, lasciare in infusione per 10 minuti e infine filtrare.

Profumato pot-pourri

Aggiungete profumo alla casa con semplici pot-pourri realizzati con fiori e piante del giardino e qualche essenza. In una ciotola di legno o di ceramica, mescolate foglie secche di melissa, cannella, chiodi di garofano, lavanda, scorza di limone e d’arancia, petali di rosa e rosmarino per una composizione dalle note estive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.