loading

Le uova sode verdi sono velenose?

L’immagine delle uova sode con il contorno verdastro non è dei più rassicuranti, in effetti.

E’ lecito pensare che siano andate a male, se non si hanno nozioni di chimica: la temperatura di bollitura (100° C) e la cottura prolungata favoriscono la scissione del solfuro di idrogeno presente nell’albume, la conseguente liberazione dello zolfo, il quale si combina con il ferro contenuto nel tuorlo formando solfuro di ferro.

Questo composto si diffonde verso il centro dell’albume e si raccoglie intorno al tuorlo dando origine all’alone verdastro incriminato.

Dal punto di vista nutritivo, si ha solo una piccolissima perdita di ferro, e una peggiore digeribilità dell’uovo sodo confronto ad altri metodi di cottura (come l’uovo alla coque).

Tutti questi sono problemi molto relativi, visto che non si può di certo parlare di facile digeribilità per l’uovo sodo.

Dunque, non importa eliminare la patina, che di fatto non causa problemi di salute: per evitarne la formazione (che è comunque indice di eccessiva cottura), basta cuocere l’uovo correttamente, cioè per 8-9 minuti dal momento di inizio bollitura.

Gli chef consigliano comunque “ docciare” immediatamente le uova bollite sotto un getto di acqua fredda per fermare la cottura, e il verde non sarà mai più presente sulle nostre uova sode!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.