loading

Le castagne

Il castagno è un albero che cresce nelle aree montane al di sotto dei 1.000 metri di altitudine. La tradizione vuole che per questi motivi i suoi frutti, le castagne appunto, fossero chiamati “il pane dei poveri”, poiché venivano consumate spesso e volentieri dalle popolazioni montane durante i mesi più freddi dell’anno.
Le castagne sono un frutto atipico e particolarmente energetico, perchè sono ricche di carboidrati complessi (amido) che caratterizzano anche i cereali.
Anche per questo motivo possono essere utilizzate in cucina per la preparazione di paste o gnocchi. Si utilizzano infatti sotto forma di farina oppure bollite e ridotte in purea. La farina che ne deriva è ottima per realizzare anche piatti senza glutine, oltre che privi di colesterolo, in quanto le castagne non ne contengono affatto. Sono una buona fonte di fibre, di potassio e di vitamine del gruppo B, soprattutto B1 e B6.
Una curiosità su tutte: la castagna è il frutto più biologico che ci sia! Il riccio che la contiene, infatti, la protegge e preserva dai trattamenti chimici. Quando le acquistate o raccogliete, controllate che la buccia sia integra e il colore uniforme, senza macchie verdi o più scure. Il prodotto fresco contiene il 50% di acqua, gli zuccheri sono facilmente assimilabili e per questo risulta particolarmente digeribile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.