loading

La fragola

La fragola è un frutto tutto particolare perché in realtà non è un frutto vero e proprio; infatti, i frutti sono i semini gialli presenti sulla superficie rossa e la fragola così come la conosciamo non è altro che il ricettacolo ingrossato che “raccoglie” tutti i semi. Non solo per l’aspetto, le fragole sono anche straordinarie dal punto di vista nutritivo: sono, infatti, delle vere regine della sana alimentazione

 

Origine delle fragole

Le antenate delle fragole che abitualmente consumiamo oggi sono le fragoline di bosco che crescono selvatiche nei boschi di bassa montagna. In particolare, diverse varietà di fragola coltivate oggi derivano da una specie cilena che fu importata in Francia nel ‘700 dall’ingegnere militare Frézier; fu poi nella corte del Re Sole che le fragole da semplici ornamenti dei magnifici giardini di Versailles furono usate per la prima volta in cucina. 

 

Proprietà e benefici

Le fragole sono il frutto giusto al momento giusto perché sono disponibili fresche sul mercato proprio quando si pensa di più alla linea in vista della prova costume. Infatti, contengono pochissime calorie a fronte però di un ricco contenuto di vitamine, soprattutto la vitamina C molto utile per potenziare le difese immunitarie che anche in primavera, con i continui sbalzi di temperatura, sono messe a dura prova. Le fragole sono anche degli elisir di giovinezza e salute grazie alla notevole quantità di antiossidanti che rallentano il processo di invecchiamento cellulare. Le fragole contengono anche acido ellagico dalle provate proprietà antitumorali e acido folico che mantiene attiva la mente. Sono rimineralizzanti, rinfrescanti, depurative e disintossicanti soprattutto a stomaco vuoto. Dulcis in fundo… le fragole possono essere consumate anche dai diabetici

 

Consigli 

Le fragole sono dei frutti delicati, per questo è preferibile sceglierle solo quando sono di stagione e a km 0 perché le fragole provenienti dall’estero per poter arrivare intatte sulle nostre tavole vengono spesso trattate con specifici processi che ne permettono la conservabilità ma che comportano una perdita di principi nutritivi. 

Le fragole fresche una volta acquistate vanno consumate entro tre giorni. Perfette al naturale sono un rinfrescante spuntino e l’ingrediente perfetto per macedonie, centrifugati e dolci. Provatele per esempio nella nostra ricetta facile e veloce di un’invitante cheesecake.  

 

Curiosità 

Belle da vedere e dolci da assaporare, le fragole mettono davvero di buonumore! Quando mangiamo fragole aumenta nel nostro organismo la produzione di serotonina e melanina, i due ormoni che migliorano l’umore. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.