loading

La dieta sostenibile che salva l’ambiente

L’invito ad un’alimentazione sana ed equilibrata giunge, oggi, anche dal WWF, la più grande e importante organizzazione a livello mondiale, che si occupa della conservazione e della tutela dell’ambiente.

All’interno della campagna per il raggiungimento degli obiettivi climatici prefissati per l’anno 2020, il WWF inglese, in collaborazione con l’Istituto Rowett dell’Università di Aberdeen, ha promosso il programma LiveWell, per sensibilizzare la popolazione sulle abitudini alimentari spesso scorrette. In Inghilterra infatti hanno provato che circa un terzo delle emissioni di gas serra derivano dalle produzioni alimentari.

 

Cambiare la propria alimentazione può quindi significare salvaguardare la natura. Nulla di difficile o di particolarmente impegnativo, semplicemente andrebbe fatta un po’ di attenzione alle proporzioni nella propria dieta:

• 35% di frutta e verdura

• 29% di cereali

• 8% di carne, pesce e uova

per un budget di 35 euro settimanali

 

LiveWell stila una lista con 5 semplici accorgimenti per fare del bene a se stessi e alla natura:

• mangiare frutta e verdura di stagione

• acquistare pesce che sia contraddistinto dall’eco- label MSC, proveniente quindi da una pesca conforme ai criteri di sostenibilità

• scegliere prodotti che contengano quantità non eccessive di olio di palma

• ridurre e differenziare i rifiuti

• evitare alcolici, the e caffè, poiché contribuirebbero più di altro ad emettere gas serra.

 

La campagna suggerisce inoltre dei profili di dieta che possano andare incontro ai gusti e alle esigenze di tutti, e che allo stesso modo seguono le linee guida suggerite dalle politiche governative in tema di salute, alimentazione, e, appunto, ambiente. Meno carne, più frutta, verdura e cereali. Così facendo ognuno, nel proprio piccolo, potrà contribuire ad una causa tra le più importanti: ridurre le emissioni di CO2, una delle principali cause del surriscaldamento del pianeta.

 

Per maggiori approfondimenti, consultate il sito del WWF inglese:

http: /post/ /www.wwf.org.uk /what_we_do /campaigning /food_campaign /livewell_2020 /

 

 

Laura Cortivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.