loading

Il week-end? In Liguria!

Le tipiche casette colorate che sembrano inerpicarsi sulle scogliere, il luccichio del mare e il profumo dei fiori: la Riviera Ligure offre il paesaggio perfetto per far da cornice a un fine settimana di relax. La Liguria è gioia non solo per gli occhi ma anche per il palato grazie ai suoi prodotti tipici tutti certificati.

Cucina ligure fa rima con pesto, la famosa salsa a base di basilico, aglio e pinoli che, come sempre in cucina, deve la sua bontà alla qualità dei suoi ingredienti. Primo fra tutti, il basilico genovese DOP coltivato in tutta la regione e che si riconosce per le foglie piccole, ovali e convesse, dal colore verde tenue e soprattutto per l’aroma molto delicato ben lontano dai sentori di menta caratteristici di altre varietà di basilico.

Per un pesto 100% ligure oltre al basilico genovese, si può impiegare un altro ingrediente regionale d’eccellenza come l’olio extravergine d’oliva Riviera Ligure DOP. Questa varietà di olio è presente sul mercato con tre sottodenominazioni: Riviera dei Fiori, Riviera del Ponente Savonese e Riviera di Levante. Il Riviera Ligure, nelle sue varianti, è un olio extravergine delicato quindi indicato per accompagnare verdure, insalate, e primi piatti di pasta. Per questo è perfetto per essere aggiunto poco alla volta nella preparazione del classico pesto alla genovese.

L’olio extravergine d’oliva Riviera Ligure si abbina in modo eccellente anche con il pesce. Anche da questo punto di vista, la Liguria, terra di mare e porti, offre un prodotto di qualità certificata: le acciughe sotto sale del Mar Ligure IGP. Ricche di omega-3 le acciughe, chiamate anche alici, venivano conservate con il metodo della salagione già dal Medioevo in tutte le città marinare della Liguria dove gli acciugai erano soliti preparare il pisce salsa. Oggi le acciughe sotto sale del Mar Ligure sono impiegate in primi e secondi piatti soprattutto in abbinamento a delle verdure ma sono per lo più utilizzate in antipasti saporiti, come nella tradizionale ricetta delle acciughe alla ligure con olio extravergine d’oliva, prezzemolo, aglio e origano. Prima di consumarle è importante eliminare il sale passandole sotto acqua fredda corrente, ripulirle della lisca e infine asciugarle con un canovaccio. Le acciughe sotto sale si conservano in luogo fresco ma non in frigo e vanno consumate almeno dopo due mesi dalla salatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.