loading

I 6 cibi anti-invecchiamento

La vitamina E e il selenio agiscono contro i radicali liberi: molecole instabili che si formano normalmente durante il lavoro cellulare. Questi serial killer possono scatenare reazioni a catena deteriorando irreparabilmente le strutture cellulari (ad esempio i mitocondri: le “centrali elettriche” delle cellule), le proteine, i fosfolipidi (i costituenti più importanti delle membrane cellulari) e il DNA.

I radicali liberi agiscono nello stesso modo in cui l’ossigeno dell’aria altera il colore e il sapore di una mela sbucciata, abbandonata per alcuni minuti sul tavolo della cucina. Questo processo viene denominato ossidazione.

La vitamina E neutralizza i radicali liberi, proteggendo così le membrane cellulari dai danni ossidativi. La sua azione è notevolmente potenziata dal selenio, un elemento fondamentale per i sistemi difensivi del nostro organismo.
Vitamina E e selenio non devono mai mancare sulle nostre tavole. Fortunatamente sono contenuti in molti cibi di uso comune come ad esempio la frutta secca (vitamina E) e il tuorlo d’uovo (selenio). Con un’avvertenza: la vitamina E è labile al calore, ossia le alte temperature disattivano la sua potente azione antiossidante.

1. Germe di grano

Le preziose scaglie dall’aroma delicato del germe di grano sono tra i cibi più ricchi di vitamina E e di selenio. Si possono consumare a crudo, aggiungendole (a fuoco spento) nelle zuppe, sulle verdure stufate, sui legumi, sulla pasta, sui cereali integrali, nonché nelle macedonie e nello yogurt.

2. Mandorle, nocciole e noci

Sono fonti eccezionali di vitamina E. Provate a consumarli non solo come spuntino, nella preparazione di torte e biscotti oppure nelle macedonie, ma anche come “condimenti” insoliti per la pasta, il riso, i cereali integrali, le insalate, il pesce. Se desideriamo fare il pieno di vitamina E e di selenio provate a gustare le acciughe (selenio) con le nocciole (vitamina E), oppure il tonno (selenio) con le mandorle (vitamina E), o il petto di pollo (selenio) con le noci (vitamina E).

RICETTE SANE: 7 ricette con la frutta secca

3. Semi di girasole

Contengono vitamina E: abbinateli spesso alle verdure, come i broccoli, il cavolo, le cipolle stufate, il sedano crudo e i cetrioli. Questi ortaggi sono anche ricchi di selenio!

Semi di girasole

4. Aglio

Ma forse non sapete che la pasta condita con aglio e olio d’oliva (ricordandovi di utilizzare poco olio per scaldare l’aglio e di aggiunge la parte più abbondante a crudo) vi garantirà una dose generosa di selenio (aglio) e vitamina E (olio d’oliva). Il vostro sistema immunitario lavorerà a pieno regime proteggendovi da virus e batterie difendendo le vostre cellule dai danni dei radicali liberi, prodotti in eccesso nei casi di stress fisico e/o mentale.

5. Tuorlo d’uovo

In passato molte famiglie che si dedicavano a lavori pesanti, come quelli nei campi, erano solite consumate per la prima colazione, preparazioni a base di tuorlo d’uovo. Senza saperlo stavano assumendo una buona dose di selenio, contenuta proprio nella parte gialla delle uova! Prova anche tu una delle ricette della tradizione a base di tuorlo e aggiungi una manciata di noci, nocciole o mandorle tritate per fare il pieno di vitamina E.

6. Cereali integrali

I cereali integrali in chicchi e le loro farine (se macinate a pietra) che ormai conoscete bene sono fonti preziosi di vitamina E e di selenio (entrambi contenuti nel germe), Provate a utilizzarli spesso in cucina e abbinateli ad acciughe, tonno, salmone, noci, nocciole, mandorle per arricchire i vostri piatti di un surplus di selenio (pesci) e vitamina E (frutta secca).

PER APPROFONDIRE: I 12 cereali integrali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.