loading

10 miti da sfatare sull’alimentazione

Quante volte da bambini le nostre mamme ci hanno convinto a mangiare gli spinaci per diventare forti come Braccio di Ferro? O ci siamo negati anche solo un pezzetto di cioccolato per paura dei brufoli?
Sono tante le credenze popolari che riguardano il cibo e che ci portano a fare scelte alimentari non sempre corrette.
Per garantirsi un’alimentazione sana e equilibrata è importante essere ben consapevoli di ciò che si mangia e non lasciarsi abbagliare dai luoghi comuni soprattutto ai nostri tempi, in cui, su Internet, circolano tanti falsi miti relativi al cibo.  Con un po’ di senso critico e la giusta informazione è possibile fare le giuste scelte per una corretta alimentazione.

Scopri 10 miti da sfatare sull’alimentazione in questa classifica.

1. Spinaci

Gli spinaci sono le verdure più ricche di ferro. Frutto di un errore di trascrizione in una tabella nutrizionale negli anni ’20, il mito per cui gli spinaci sono ricchissimi di ferro è davvero dura a morire soprattutto perché è stato alimentato dalle avventure di Braccio di Ferro. Dunque il forzuto marinaio avrebbe dovuto consumare peperoni o broccoli per assumere davvero molto ferro e salvare la sua amata Olivia dalle grinfie dell’arrogante Bruto.

2. Banane

Le banane fanno ingrassare. È l’errore più comune ritenere che la banane facciano ingrassare. Infatti, le banane contengono in media 80 calorie, di certo meno di tante barrette dietetiche. La banane sono un’ottima fonte di energia grazie alla ricchezza di zuccheri, vitamine, sali minerali, in particolare potassio. Infine le fibre alimentano i benefici batteri che popolano il nostro intestino.

3. Ananas

L’ananas brucia i grassi. Nessun alimento ha il magico potere di bruciare i grassi, nemmeno l’ananas. Certamente questo frutto esotico è ricco di tante proprietà benefiche; per esempio contiene la bromelina, una sostanza che favorisce il metabolismo e ha un ottimo effetto digestivo.

4. Uova

Le uova aumentano il livello di colesterolo. In passato le uova sono state fortemente demonizzate perché erano ritenute la causa dell’aumento del livello di colesterolo. Quel che è certo, invece, è che le uova sono uno degli alimenti più nutrienti e sono un eccellente fonte di proteine e di vitamine. È vero che le uova sono sconsigliate alle persone che soffrono di ipercolesterolemia ma perché sarebbero un’aggravante del problema e non di certo la causa.

5. Cioccolato

Il cioccolato provoca l’acne. I cambiamenti ormonali, l’ereditarietà e Il sebo prodotto in eccesso; come si può notare, tra le cause che provocano l’acne non c’è il cioccolato. Infatti diversi studi dimostrano che non c’è nessuna correlazione tra l’acne e il cioccolato. Dunque ogni tanto ci si può concedere un pezzetto di cioccolato, meglio se fondente all’80%, così beneficerete dei suoi preziosi antiossidanti; come per qualsiasi altro alimento, basta non esagerare.

6. Bibite gassate

Le bibite gassate sono ottimi dissetanti. Falso, falsissimo. Le bibite gassate non sono ottimi dissetanti. Al contrario, proprio perché sono molto ricche di zucchero non hanno alcun potere dissetante e quindi non sono adatte a combattere la sete. La soluzione migliore è sempre un bel bicchiere di acqua fresca.

7. Agrumi

Gli agrumi sono gli alimenti che contengono più vitamina C. Quando si parla di vitamina C si pensa subito a limoni, arance e mandarini. Non si possono negare le innumerevoli proprietà nutrizionali degli agrumi, ma sono ribes, kiwi e peperoni gli alimenti che detengono il primato per il contenuto di vitamina C.

8. Digiuno

Saltare ogni tanto il pasto aiuta a perdere peso. Digiunare o saltare il pasto non aiuta a perdere peso ed è del tutto inutile perché conduce solo allo sfasamento e al rallentamento del metabolismo. Tenete presente che la digestione aiuta a consumare energia. Quindi se desiderate dimagrire, frazionate i pasti della giornata in questo modo: colazione, spuntino, pranzo, spuntino e cena. Concedetevi spuntini a base di frutta, verdura e noci, nocciole o mandorle, oltre a mantenere attivo e agile il metabolismo vi aiuteranno a consumare pasti più equilibrati. Ricordate l’antico detto: colazione da re, pranzo da principe e cena da povero. Applicatelo ogni giorno se desiderate perdere peso! Infine, per non riacquistare più i chili persi, aggiungete una regolare attività fisica. Muscoli tonici e ben sviluppati, oltre a farvi apparire più sani e più giovani, vi aiuteranno a consumare più energia anche a riposo.

9. Fette biscottate

Le fette biscottate sono meno caloriche del pane. Le fette biscottate sono spesso considerate come sinonimo di cibo dietetico. A conti fatti, però, le fette biscottate, rispetto al pane, contengono in media 100-150 kcal in più ogni cento grammi a causa del maggior contenuto lipidico necessario per favorire la tostatura. Le fette biscottate rimangono comunque un buon alimento soprattutto nella loro versione integrale.

10. Carote

Le carote fanno abbronzare. D’estate è inutile abbuffarsi di carote se si vuole ottenere un’abbronzatura da favola. Il betacarotene è considerato un abbronzante naturale ma non è così. Il betacarotene non aiuta a stimolare la produzione di melanina, la sostanza che favorisce l’abbronzatura, ma, semplicemente, se assunto in grandi quantità, conferisce alla pelle un colorito arancione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.