loading

Consigli pratici per correre in modo corretto

In ogni parco, argine di fiume o ciglio di strada si vedono persone che corrono. Sempre più uomini e donne affrontano la sfida delle maratone o di corse competitive ancora più lunghe e complesse. Certo, è più bello vedere le città popolate di corridori piuttosto che di persone sedute nei bar, ma la corsa presenta solo benefici o occorre prestare attenzione a non farsi più male che bene?

CORRERE, DALL’INIZIO

Correre è un gesto biomeccanicamente impegnativo che richiede una struttura scheletrica integra, un appoggio corretto del piede, una buona flessibilità ed elasticità articolare e tendinea; insomma: un insieme di elementi che la maggior parte delle persone non sviluppa o perde facilmente dopo i 20 anni. Il primo punto da sottolineare, quindi, è quello di non correre e basta ma di affrontare una preparazione atletica che prepari alla corsa inserendo anche sedute in palestra, esercizi di propriocettività ed elasticità.

CORRERE FA SEMPRE BENE?

Un altro aspetto importante è che sebbene la corsa, come altri sport cosiddetti aerobici, dia indubbi benefici per il cuore, la respirazione e la circolazione, sui muscoli esercita un’azione catabolica. La corsa, se affrontata senza un’appropriata nutrizione, non rafforza i muscoli ma al contrario li indebolisce.

Le soluzioni qui sono 2:

Se corri con un’ottica prestazionale o agonistica

mangia un pasto completo come quello tipico del piatto unico 2-3 ore prima di correre e poi, 30-40 minuti prima dell’allenamento, assumi un po’ di frutta. Se usi integratori, questo è il momento di prendere degli aminoacidi ramificati. Subito dopo la corsa riempi il serbatoio con frutta, pane integrale e delle proteine del siero del latte come integratore. Se l’orario lo permette, fai invece un pasto completo.

Se corri con lo scopo di bruciare grasso

conviene farlo a digiuno avendo assunto solo degli aminoacidi ma allora l’intensità deve essere davvero bassa. In questo modo si favorisce l’uso di grassi. Se aumenti l’intensità il muscolo necessiterà di carboidrati ma, non avendo mangiato, questi non saranno disponibili. Allora le fibre muscolari si procureranno energia autodistruggendosi: cosa piuttosto comune in chi pratica questo tipo di sport. Ricordati poi che per perdere grasso davvero occorre in primo luogo aumentare il metabolismo basale e questo si ottiene incrementando la massa muscolare in palestra piuttosto che andando fuori a correre!

 

Detto questo, correre è bellissimo ma cerchiamo di farlo nel modo migliore possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.