loading

Prima di allenarti leggi questo: l’importanza del riscaldamento

Spero che, dopo aver letto i primi due miei articoli (qui trovi il primo e qui il secondo), ti sia venuta voglia di prendere il controllo della tua forma fisica e di iniziare ad allenarti. Magari ti sarà venuta l’idea di indossare un paio di scarpe sportive e di uscire a correre. Oppure stai pensando di sistemare un tappetino in salotto e di improvvisare qualche esercizio imparato chissà dove. In questo caso sono contento ma non è la soluzione migliore. Ti sto mettendo in guardia perché, qualsiasi allenamento degno di tale definizione, deve essere preceduto da un adeguato riscaldamento. Se vuoi scoprire di cosa si tratta e trarne grande beneficio continua a leggere.

Il riscaldamento è la parte iniziale dell’allenamento e ha la funzione di preparare il corpo ad affrontare la parte più impegnativa della sessione nelle migliori condizioni possibili. Infatti, grazie al riscaldamento, è possibile creare la giusta predisposizione mentale per sopportare lo sforzo, aumentare la temperatura corporea, lubrificare maggiormente le articolazioni e ridurre al massimo il rischio di infortuni.

 

PROBLEMA

Molto spesso, vuoi per mancanza di tempo, vuoi per mancanza di voglia o perché non sanno come fare, le persone iniziano a praticare attività fisica senza riscaldamento. Questo causa diversi problemi come una scarsa predisposizione psicologica alla fatica, una temperatura corporea inadeguata, l’insorgenza precoce di affaticamento e una maggiore predisposizione agli infortuni.

 

SOLUZIONE

Per evitare tutto questo è sufficiente dedicare un po’ di tempo al riscaldamento prima di iniziare l’allenamento pianificato. Ti assicuro che si tratta di un ottimo investimento e ne vale assolutamente la pena! Ecco qui le 3 fasi del riscaldamento perfetto.

1. L’ideale per attivare l’organismo in modo generale è iniziare con una blanda attività aerobica come, per esempio, la camminata o la pedalata.

Foam roller

 

2. Se hai familiarità con l’argomento, puoi procedere con il metodo del Self Myofascial Release, cioè usare un foam roller(di cui puoi vedere un esempio qui sopra) per migliorare la mobilità miofasciale.  Questo permette di ridurre lo stato di contrazione e di diminuire i dolori che ti ostacolerebbero nello svolgimento della tua sessione di allenamento.

 

3. A questo punto è possibile proseguire con qualche esercizio di mobilità articolare e di stretching mirato per entrare con facilità nelle posizioni richieste dagli esercizi.

 

Una semplice routine come questa renderà il tuo allenamento molto più sicuro, piacevole ed efficace.

Ora che conosci l’importanza del riscaldamento non hai più scuse per saltare questa fase importantissima e ricordati che, se decidi di non darmi ascolto, un infortunio ti costerà molto, molto più tempo, risorse economiche ed energie rispetto a dieci minuti di riscaldamento! ☺

Se invece non ti senti sicuro e temi di sbagliare, chiedi aiuto a qualcuno che possa guidarti e fornirti le armi più efficaci per scaldarti al meglio e allenarti in completa sicurezza.

  1. iL MESSAGGIO DI QUESTO ARTICOLO è CHIARO : “FATE IL RISCALDAMENTO” MA MANCANO INDICAZIONI DI COME FARE IL RISCALDAMENTO. QUANDO STAI PER INIZIARE A CORRERE NON HAI IL TAPPETINO A DISPOSIZIONE NE VOGLIA DI STENDERTI SUL MARCIAPIEDE, QUINDI NON MI PARE MOLTO UTILE.

  2. buongiorno, approvo pienamente ciò che ho letto!! mi permetto di rispondere alla signora gabriela genta,nel primo punto viene riportato un esempio di riscaldamento….. è iniziare con una blanda attività aerobica come, per esempio, la camminata o la pedalata….la redazione riporta un esempo esemplificativo di come fare un riscaldmento.poi di video in internet ce ne sono un sacco,ma consiglio per chi non ha esperienza,di incominciare a seguire per un periodo di almeno un anno un bravo personal trainer, che aiuterà una volta da soli a eseguire nei migliori dei modi esercizi a corpo libero. non sono un atleta,ma ci tengo a non farmi male,per questo consiglio il mio punto di vista. un abbraccio a tutti coloro che cercano di rispettarsi con le cose più semplici che la natura ci offre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.