loading

Colazione salata: perché provarla

In Italia abbiamo un problema particolare con la colazione. Basta andare in un albergo in giro per il mondo per capire il rapporto particolare che noi abbiamo con il primo pasto della giornata. Poche settimane fa ero all’estero e ci ho fatto caso in modo particolare. Sono sceso a fare colazione presto, verso le 7.00 e non c’era nemmeno un italiano. I primi sono arrivati verso le 7.30. Mentre inglesi, americani, nord-europei e asiatici si sono riempiti i piatti di uova, frutta fresca, pane e perfino verdura ho visto i nostri connazionali mestamente seduti con un cappuccino e un cornetto o una fetta di dolce.

Moltissimi in Italia saltano la colazione, figuriamoci se se la sentirebbero di provare una colazione salata e proteica. Sembra quasi un’eresia. Eppure ha senso perché una colazione con delle proteine sazia nettamente di più di una con soli zuccheri e non dà effetti negativi sulla glicemia e sulla produzione di insulina.

Le opzioni non mancano. In primo luogo le uova che sono un alimento spesso snobbato o denigrato ma in realtà molto ricco di nutrienti sani. Si possono preparare in mille modi. Oppure si potrebbe scegliere una fetta di salmone su del pane integrale magari aggiungendo dell’avocado. O sempre il pane integrale con una crema di noci o di mandorle.

Anche se non sarai in grado di fare una colazione salata ogni giorno puoi per lo meno provare a inserirla una o due volte alla settimana. Al di là delle preferenze e dei gusti penso che ti accorgerai che sarai più sazio e più energico per molto più tempo.

Prova subito la colazione salata in versione piatto unico: è facile e velocissima da preparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.