loading

I segreti della zucca!

La zucca è probabilmente l’ortaggio più rappresentativo dell’autunno: il suo caratteristico colore arancione ricorda quello dei tappeti di foglie cadute dagli alberi e la sua immagine è associata subito ad Halloween, la festa simbolo di questa stagione. Ma la zucca non è solo questo: è soprattutto un alimento dalle molte proprietà nascoste.

Origini della zucca

Forse non ci pensiamo mai, ma la zucca è il più grande ortaggio che esista. Si pensa che sia originaria dell’America Centrale perché in uno scavo archeologico del Messico sono stati rinvenuti dei semi di zucca risalenti al 6.000 a.C. Il suo nome italiano deriva dal latino cocutia, che significa testa, poi trasformato in cozuccae e infine in zucca.

Proprietà e benefici della zucca

La caratteristica nutrizionale forse meno nota della zucca è il suo apporto calorico molto basso: solo 20 calorie circa ogni 100 grammi di polpa. La sua colorazione arancione è un chiaro segnale dell’alto contenuto di betacarotene, il precursore della vitamina A, appartenente alla famiglia dei carotenoidi (pigmenti di origine vegetale), un gruppo di molecole che aiutano a combattere i radicali liberi proteggendoci dall’invecchiamento cellulare. La zucca è anche ipolipidica e contiene fibre e sali minerali, soprattutto potassio, in buone quantità. Una porzione di zucca (200g) fornisce circa il 4% della quota di fibra giornaliera raccomandata. Molto ricca in acqua, la zucca contribuisce a soddisfare il fabbisogno di liquidi. Una porzione di questo vegetale infatti corrisponde a circa 1 bicchiere di acqua.

La zucca si può consumare cotta, a vapore, al forno o in padella. La cottura, se non troppo prolungata, non determina una significativa riduzione dei carotenoidi, mente la bollitura in acqua in particolar modo se di lunga durata e la cottura in forno a microonde possono ridurre il contenuto di carotenoidi.
Per sfruttare al meglio la ricchezza in carotenoidi e beneficiare delle loro proprietà, dobbiamo ricordarci che questi sono solubili nei grassi. Quindi, per facilitarne l’assorbimento da parte del nostro organismo, non dimentichiamo di condire la zucca con dell’olio extra vergine di oliva. In alternativa all’olio si può scegliere della frutta secca a guscio (ad esempio noci, mandorle, pistacchi) ricca di grassi “buoni”.

Alla zucca sono anche riconosciute notevoli proprietà diuretiche, per questo fin dall’antichità si consigliava di bere un bicchiere di succo di zucca alla mattina a digiuno.

 

Zucca

 

Consigli

La qualità di un piatto parte sempre dalla giusta scelta dei prodotti, è ciò è ancor più vero per quel che riguarda la zucca.
Per capire se una zucca è fresca e matura:

  1. il suo picciolo o manico deve esser bene attaccato,
  2. la buccia non deve avere ammaccature o punti neri
  3. deve essere piuttosto pesante perché significa che la polpa è soda.

Meglio evitare la zucche molto grosse perché “sospette”: le zucche di grandi dimensioni, infatti, sono spesso quelle che vengono coltivate in terreni concimati con molti prodotti chimici mentre le zucche più buone crescono in terreni “magri”.
Una volta scelta la zucca perfetta la si può impiegare per un intero menù. Non ci sono limiti nell’uso di quest’ortaggio in cucina perché il suo sapore dolciastro lo rende perfetto per piatti sia salati che dolci
Per lessare la zucca, è preferibile la cottura al vapore o con poca acqua per mantenere la polpa soda. Vista la sua stagionalità autunnale la zucca è ottima in zuppe, passati, minestroni e risotti. Si può optare per una ricetta semplice come la zucca a fette e abbrustolita al forno o al grill. La zucca è perfetta anche in abbinamento ai cereali.

Curiosità

La zucca fa bene non solo all’interno ma anche all’esterno del nostro corpo tanto da essere impiegata in diversi rimedi cosmetici. È possibile anche prepararsi una maschera fatta in casa: basta mescolare insieme a del miele della polpa di zucca cruda e un po’ di semi. Se si applica questa maschera sul viso e la si lascia in posa per qualche minuto la pelle risulterà tonica, lucente e purificata dagli antiestetici punti neri.

Non solo la polpa, anche ai semi della zucca sarebbero attribuite delle capacità protettive dell’apparato urinario grazie alla presenza della cucurbitina, una sostanza che avrebbe anche azione antifungina ma per avere conferme si attendono ulteriori studi.

RICETTE SANE: Scopri 8 ricette sane con la zucca

*Articolo scritto il 31/10/2012 e aggiornato l’1/10/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.