loading

I benefici della melagrana

Conoscete le straordinarie virtù della melagrana?

Frutto povero di proteine e grassi, una melagrana media apporta però circa il 10% del fabbisogno giornaliero raccomandato di vitamine C e B6 ed è ricca di potassio: ben 300 mg per 100 g di parte edibile del frutto.

 

La sua caratteristica più nobile è comunque la forte concentrazione di due classi di polifenoli: le antocianine, che conferiscono il colore rosso al frutto, e i tannini.

I tannini vengono indicati in farmacopea per trattare casi di emorragie, avendo proprietà astringenti. Uno degli alcaloidi presenti nel frutto, chiamato pellettierina, ha una forte azione vermifuga, quindi è indicato nella medicina popolare – ma non nella farmacopea ufficiale – per contrastare l’elmintiasi, una forma di parassitosi intestinale.

 

Ai tannini si deve il 90% dell’attività antiossidante del succo di melagrana, capace quindi di catturare i radicali liberi che sono i principali responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Bere succo di melagrana (da cui si prepara una bevanda molto dissetante, la granatina) vuole dire ridurre i fattori di rischio cardiovascolare, proteggere le nostre cartilagini articolari e prevenire il rischio di osteoartriti.

Riconosciuta è la sua azione preventiva su alcuni tipi di tumore tra cui cavo orale, colon, prostata, seno. Recentemente la melagrana è stata apprezzata per il suo uso nella cosmesi, dove viene impiegata per preparati a effetto idratante, schiarente della cute e destinati al trattamento dei disordini cutanei. 

 

Tratto dai “Magnifici 20” di Marco Bianchi, Ponte Alle Grazie Editori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.