loading

L’amore sopra ogni cosa

Amerai il prossimo tuo come te stesso“ si legge nelle Sacre Scritture.
Questo Comandamento dell’Amore racchiude l’idea che ognuno di noi si ami già molto e incondizionatamente. Ma è davvero così?
Spesso non accade questo. Anzi, in diverse occasioni, siamo i giudici più severi di noi stessi mentre dovremmo essere “i nostri migliori amici”. Per dare e poi ricevere amore, partiamo da noi stessi e, nell’anno nuovo, proviamo a cambiare il nostro modo di relazionarci.
Iniziamo così. Accogli te stesso con questi 3 passaggi:

1. Impara a “sentirti”

Parti dal corpo: hai notato che quando provi determinate emozioni il tuo corpo si tende o si contrae? Qualsiasi emozione si manifesta anche fisicamente. Ad esempio, quando provi rabbia, potresti accorgerti che, inconsapevolmente, tieni la mascella serrata oppure le mani chiuse a pugno. Se te ne accorgi, rilascia la parte del corpo contratta, ti sentirai immediatamente meglio. Questo non significa obbligatoriamente che la tua emozione cambierà. Ma sarai più lucido e più presente. Non sarai travolto dagli automatismi e sceglierai meglio le parole con cui esprimerti o le azioni da compiere.

2. Cambia il tuo dialogo interiore

All’interno di tutti noi c’è una vocina che “commenta” le azioni che compiamo. Impara a coltivare uno sguardo di curiosità verso tutti i tuoi stati d’animo e stai molto attento a quando giudichi un’emozione pensando che “non dovresti provarla”, oppure quando ti dici che “dovresti fare così”. Più ti giudichi, più resti intrappolato nel meccanismo, lo rinforzi e rendi difficile qualsiasi cambiamento.

3. Accresci la tua autoconsapevolezza

Assumiti la responsabilità dei tuoi pensieri e delle tue azioni senza fare la vittima. C’è sempre una possibilità di scelta. Non preoccuparti di quello che pensano gli altri, altrimenti potresti finire per compiacerli senza agire come davvero vorresti.

E abbi cura di te. Come?

1. Prendi un appuntamento con te stesso ogni giorno

Resta in silenzio, elimina le distrazioni e osserva come stai: il tuo corpo, il tuo respiro, i tuoi pensieri. Sono sufficienti pochi minuti per “ricentrarti”. Usa un timer, eviterai di controllare sempre l’orologio per sapere quanto tempo è trascorso.

2. Accetta gli errori

Scrivi gli errori che ritieni di aver fatto negli ultimi mesi insieme ai motivi che ti hanno spinto ad agire in quel modo. Se c’è qualcosa che puoi fare ora per rimediare, agisci. Altrimenti, non rimuginare sul passato. Guarda a quella situazione come a un momento utile di apprendimento.

3. Accogli i successi e impara

Scrivi i tuoi successi (la laurea, l’appuntamento con quella persona che ti piace tanto, un complimento ricevuto). Grazie a quali doti li hai raggiunti? Scrivile, ricorderai meglio quali sono le risorse a cui puoi attingere anche nei momenti difficili.

4.Occupati dell’ambiente in cui vivi

Crea un ambiente che ti assomiglia e che sia confortevole. L’idea di ordine è relativa, crealo a tua misura.

5. Sii sincero con te stesso

Di conseguenza lo sarai anche con gli altri. Cerca di capire i veri motivi dei tuoi gesti e non cercare scuse. Essere autentico ti permetterà di farti conoscere come realmente sei ed eviterà di farti disperdere energie.

Ama gli altri: l’amore è la cosa che ci fa stare bene più di ogni altra.
Se dai amore, compi atti gentili e pensi in modo amorevole, quell’amore che dai farà parte della tua vita. Alcune semplici azioni fatte con amore insieme a un’altra persona possono cambiare la tua giornata. Provane qualcuna insieme a chi ami e scopri com’è. E se quando le fai ti senti felice, facci caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.