loading

Chi trova un (buon) amico trova la salute

Mangiare assieme, bere in compagnia, andare in giro a divertirsi in gruppo sono cose che abbiamo fatto tutti e che a tutti danno piacere.

Ma pian piano è facile perdere il controllo e finire con il trasformare le eccezioni in vizi a cui non si può fare a meno. Invece di aspettare qualche occasione speciale per festeggiare assieme agli amici, sono l’aperitivo, il cocktail, la bevuta nel locale a diventare il centro dell’attenzione di molte persone.

Seguire una dieta, andare in palestra o dedicarsi comunque alla propria salute vengono invece spesso viste come scelte che isolano, che ci allontanano dagli amici e che devono essere affrontate in solitudine.
Ma in realtà non è così.

Chi fa sport conosce bene il valore di un compagno di allenamento, una persona con cui condividere fatiche, sacrifici, vittorie e sconfitte. Si può essere compagni anche di dieta aiutandosi reciprocamente a sostenere i sacrifici e soprattutto spronandosi a non sgarrare. Si può andare in palestra con qualcuno o frequentare un corso di gruppo perfino all’aperto. Qualsiasi sia la decisione, evitiamo di pensare che stare in compagnia sia per forza sinonimo di scelte poco salutari e che tenerci alla propria salute significhi per forza essere da soli. Si tratta solo di un luogo comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.