loading

Ferro: ecco gli alimenti che ne contengono di più

Con il cambio di stagione e il passaggio tra l’inverno e la primavera è normale provare quella che gli esperti definiscono la “sindrome da letargo”: uno stato di stanchezza e spossatezza generale caratteristica della bella stagione. Per risvegliare il proprio organismo c’è bisogno quindi di una buona dose di forze ed energia che possiamo trovare nei cibi ricchi di ferro.

La carne, certamente, è la prima fonte di ferro eme, cioè di ferro altamente biodisponibile per l’organismo; ma il ferro si può trovare anche in altri cibi sani.

1. Muesli con frutta secca e frutta fresca

Mandorle, pistacchi, nocciole e altri tipi di frutta secca contengono ferro non eme, cioè ferro che non è facile da assorbire per l’organismo; per aiutarlo quindi c’è bisogno di accompagnare la frutta secca con della frutta fresca ricca di vitamina C come kiwi e fragole.

2. Albicocche secche

Con circa 5,3 mg di ferro per 100 g le albicocche secche rappresentano il modo più dolce per arricchire anche la merenda di questo importante sale minerale.

3. Cacao e cioccolato fondente

Un quadratino al giorno di cioccolato fondente all’85-90% permette di scacciare via la stanchezza per ritrovare le forze con tanta golosità.

4. Semi di girasole

Nella famiglia dei semi oleosi, quelli di girasole sono meno calorici ma più ricchi di ferro. Se aggiunti alle pietanze, come piatti di pasta o insalate, questi semi sono in grado di fornire un tocco di ferro in più a ogni ricetta.

5. Vongole

I prodotti ittici sono ricchi di ferro eme che il corpo assimila e impiega direttamente, tra questi le vongole permettono di assumere ferro in modo più light perché sono ipocaloriche.

6. Ceci

I ceci contengono ferro in buona quantità ma sono anche ricchi di fibre che ne ostacolano l’assorbimento. È possibile però ovviare a questo problema se si prepara una crema di ceci da condire con un po’ di succo di limone o da abbinare con degli ortaggi ricchi di vitamina C.

7. Lenticchie

I legumi sono spesso indicati come valide alternative alla carne per il loro buon contenuto di proteine. Le lenticchie hanno anche il vantaggio in più di essere ricche di ferro: l’unico svantaggio è che si tratta di ferro non eme ma può essere assorbito se le lenticchie, come nel caso dei ceci, sono abbinate a cibi ricchi di vitamina C.

8. Soia

Soprattutto sottoforma di farina, la soia contiene più o meno la stessa quantità di ferro delle lenticchie, circa 8 mg per 100 g.

9. Prezzemolo

Siccome viene aggiunto nei piatti in quantità davvero minime, il prezzemolo è spesso poco considerato, eppure contiene ferro e acido folico per un’azione combinata anti anemia.

10. Pesche

È ancora presto per poter assaporare le pesche, quando però arrivano sui banchi ortofrutta dei supermercati è il caso di farne scorta perché sono ricche di ferro utile per trovare le forze quando caldo e sudore ci rendono più stanchi.

  1. stanchezza, spossatezza? assolutamente no, non mangio carne qualche volta quella di pesce, +uova (+fagioli) e tutti gli alimenti sopra citati tranne: cioccolato, Vongole. diversamente dalla maggioranza assumo, con cibi integrali e altro, quantitativi molto, molto alti di fibre, risultato: mio ematocrito anche troppo alto (55) ma da vari parametri di analisi (mi e’stato detto) sangue con rischio molto piu’basso della media; qui citate: “i ricchi di fibre…ecc.” ma allora?? mio commento spero sia utile a altri.

    1. Ciao Giorgio, hai ragione la varietà nell’alimentazione è fondamentale per prendersi cura di sè, anche nel cambio di stagione! Questi cibi sono solo una selezione per ispirare chi con l’arrivo della primavera si sente un po’ giù e desidera recuperare al meglio le energie 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.