loading

L’albicocca: benefici e proprietà

Nome

Albicocca 

Macro-, micro- e fitonutrienti

Modesto contenuto calorico (30 kcal per 100g) l’albicocca è una buona fonte di fibra, vitamina C e carotenoidi e di minerali come potassio, calcio, fosforo, magnesio. Tra i macronutrienti gli zuccheri semplici sono quelli più rappresentati, mentre proteine e lipidi sono presenti in piccolissime concentrazioni. L’acqua rappresenta circa l’86% del peso del frutto contribuendo così al mantenimento di una buona idratazione.

Tipologie più comuni

Anche se possono sembrare tutte uguali, esistono ben 300 varietà di albicocca in Italia. Quello che le differenzia non è il colore o il sapore ma principalmente il periodo di maturazione che subisce minime variazioni, anche solo di una settimana.

Vista questa abbondanza di tipologie e la progressiva scomparsa delle varietà più antiche, l’Università di Pisa ha costruito nel 2014 un’oasi a Venturina, in provincia di Livorno, per coltivare e riscoprire le albicocche autoctone ormai quasi del tutto perdute.

Cosa fa di buono per noi

L’albicocca presenta un buon quantitativo di vitamina C ed è ricca di caroteonidi, in particolare beta-carotene, che sono precursori della vitamina A e quindi ne portano tutti i benefici, soprattutto per la pelle e la vista. Questo frutto contiene anche una buona quantità di sali minerali, molto utili ad aiutarti in caso di spossatezza e per reintegrare le perdite dovute a sudorazione. Ottime, quindi, nelle giornate estive più faticose oppure per recuperare da un piccolo raffreddore. La fibra contenuta nel frutto contribuisce ad un buon effetto saziante e al mantenimento della funzionalità dell’intestino. L’albicocca è utile anche ai bambini in fase di crescita, grazie alle diverse sostanze nutritive che contiene.

Metodi di conservazione

L’albicocca è un frutto facilmente deperibile, per questo andrebbe scelta ben matura, così da essere più gustosa, e consumata entro pochi giorni dall’acquisto.
Se si acquista non perfettamente matura, l’albicocca può essere conservata anche in frigorifero meglio se in un sacchetto di carta e non ammassata ad altri frutti per evitare ammaccature. Ricorda di prelevare la frutta dal frigorifero almeno un’ora prima di mangiarla per assaporarla al meglio. 

Avvertenze

Quando si mangia l’albicocca bisogna prestare molta attenzione al nocciolo. Non va aperto e neanche mangiato perché contiene una sostanza lievemente tossica che solo se sottoposta alle corrette lavorazioni può diventare un’essenza aromatica.

Curiosità

Per un piatto un po’ alternativo, prova l’albicocca abbinata alle ricette salate, soprattutto se a base di carne. Il risultato sarà un abbinamento piacevolmente agrodolce, ottimo per una cenetta chic o semplicemente una preparazione creativa!

Ricette

   Gelato allo yogurt con albicocche e pesche

   Banana bread con albicocche e cioccolato

   Frappè all’albicocca e melissa

 

* Articolo originariamente pubblicato il 27/06/2012 e aggiornato il 10/06/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.