loading

I 7 pesci dell’autunno

Durante le vacanze al mare, consumare più pesce diventa pressoché una consuetudine. Ma cosa succede quando si ritorna in città, alla propria vita quotidiana?

Purtroppo molti tornano alla loro abituale alimentazione povera di pesce. Eppure anche l’autunno offre le sue specialità ittiche di stagione, tra cui si annoverano non solo dei pesci azzurri ricchissimi di quegli omega-3 che fanno bene al cervello  ma anche dei pesci che sono comunemente poco considerati dal mercato e che quindi sono più economici, per la gioia delle nostre tasche. E per una alimentazione sana.

In questa lista ne vengono raccolti 7 tra i più comuni.

1. Alalunga

Con questo nome si potrebbe pensare che si tratti di un uccello, invece l’alalunga è un pesce che appartiene alla stessa famiglia del tonno e abita nei mari siciliani. Nel periodo tra settembre e ottobre si trovano gli alalunga con le carni più pregiate perché beneficiano delle forze ritrovate dopo il periodo riproduttivo. Più della metà dei grassi in essi contenuti sono polinsaturi, cioè quei famosi omega-3 che fanno bene al nostro cervello.

2. Canocchia

Vince il premio per il crostaceo dell’autunno: la canocchia di mare! È detta anche pannocchia, cicale di mare e in numerosi altri modi, a seconda della regione. È l’alimento ideale per dare sapore alle diete ipocaloriche perché contiene pochissimi grassi.

PER APPROFONDIRE: Scopri le proprietà della canocchia di mare

3. Lampuga

La lampuga è uno dei pesci più sottovalutati dei nostri mari. Questo pesce azzurro è, infatti, poco considerato dal mercato nonostante sia molto buono e economico rispetto a specie più conosciute. Un motivo in più per riconsiderare la lampuga è il suo basso contenuto di grassi, nonché l’ottima quantità di vitamina A.

4. Muggine

Il cefalo muggine, o semplicemente muggine, appartiene alla stessa famiglia del branzino che viene pescato soprattutto nelle acque al largo di Toscana, Sardegna e Veneto. A differenza del suo parente più illustre è più economico anche se non manca certo di gusto. Altro fattore positivo del cefalo muggine è che, essendo un pesce azzurro, offre una notevole dose di omega-3.

5. Pagello fragolino

Il nome curioso di questo tipo di pagello è dovuto alla colorazione tipicamente rosata della sua pelle. Questo pesce si trova in tutto il Mar Mediterraneo e, come per la triglia, anche il pagello fragolino si distingue dal punto di vista nutrizionale per l’ottimo apporto di proteine.

6. Rombo chiodato

È facile riconoscere il rombo chiodato rispetto agli altri appartenenti della sua famiglia perché è l’unico che ha realmente la forma di… rombo! Il modo classico e perfetto per cucinare questo tipo di pesce è al forno con le patate. Quando si pulisce della lisca e della testa, queste parti di scarto non vanno buttate perché possono essere riutilizzate per preparare un brodo o un fumetto di pesce.

PER APPROFONDIRE: Più calcio e fosforo con il rombo

7. Triglia

La triglia è un pesce molto diffuso nel Mar Mediterraneo e non solo. È apprezzata per il suo notevole valore nutrizionale e per il suo alto apporto proteico (circa 19g di proteine in 100g), vitaminico e di minerali, soprattutto fosforo e ferro. La triglia è un pesce molto utilizzato nella cucina tradizionale del Sud Italia dove viene preparata alla griglia, al cartoccio e in umido con le verdure.

RICETTE SANE: Triglia al cartoccio con agrumi ed erbe aromatiche

  1. Ciao a tutti, per me non amante del pesce in particolare questo riconoscere dei 7 pesci d’autunno è molto istruttivo e carino per rafforzare la memoria.
    Di sicuro in questi giorni preparerò il cefalo muggine e proverò a fare il fumetto di pesce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.