loading

60 minuti per la tua crescita personale

Come sarebbe la tua vita se potessi dedicare ogni giorno del tempo a te stesso, al tuo benessere psico-fisico e ai tuoi sogni?

“Eh Andrea, sarebbe bello, ma le nostre vite sono troppo frenetiche: ritagliarci dei momenti per noi stessi è un lusso che non possiamo più permetterci!”

Sicuro? 91 minuti. Questo è il tempo che, secondo una recente ricerca condotta da MobileInsurance.co.uk, passiamo mediamente ogni giorno attaccati al nostro adorato Smartphone.

E questo è solo un esempio di come spesso facciamo un uso poco consapevole del nostro tempo. Quindi sì, è vero, la nostra vita è sempre più frenetica, nessuno lo vuole negare, ma molta di questa frenesia è spesso generata da attività inutili, bisogni superflui e impegni evitabili.

Smettiamola dunque di raccontarci la scusa del “non ho tempo”. Osservando attentamente le nostre giornate ci accorgeremo che a mancarci non è il tempo, ma la volontà. Ecco perché oggi voglio proporti una sfida…

Una sfida per riprendere in mano le redini della tua vita e investire più saggiamente il tuo tempo. Sto parlando della sfida dell’Ora Sacra. Se accetti questa prova, nei prossimi 30 giorni, dovrai dedicare i primi 60 minuti della tua giornata a te stesso e alla tua crescita personale. Messa così non suona poi così male, ma ti assicuro che non sarà una passeggiata.

A proposito di passeggiata… vediamo in cosa consiste nello specifico questa Ora Sacra.
L’idea di base è quella di dedicare la prima ora del mattino ad attività ben specifiche; attività che siano in grado di avere un’influenza positiva sul resto della tua giornata e che ti aiutino a “programmare” letteralmente il tuo cervello per il successo. “Sì Andrea, ma come?”

Esistono molte varianti dell’Ora Sacra e spetta a te “cucirti su misura” le attività specifiche che porterai avanti nei tuoi primi 60 minuti dopo il risveglio. Per trarre però i maggiori benefici da questa nuova abitudine il mio consiglio è quello di suddividere l’Ora Sacra in 3 parti, ognuna delle quali sarà dedicata a “nutrire” corpo, mente e spirito.

Corpo

La prima parte dell’Ora Sacra dovrebbe essere dedicata all’attività fisica: insomma, l’obiettivo è quello di riattivare il tuo corpo (e magari ossigenare anche il tuo cervello!). Alcuni esempi? Esci all’aria aperta per una passeggiata o una corsa, completa una sessione di yoga oppure fai degli esercizi a corpo libero. Intendiamoci, non devi completare una maratona; l’idea di base è quella di utilizzare i primi 15-25 minuti per mettere in moto i muscoli del tuo corpo.

Spirito

Obiettivo della seconda parte dell’Ora Sacra è il tuo equilibrio interiore. In questo caso il suggerimento è quello di portare avanti una pratica meditativa: mindfulness, meditazione trascendentale, preghiera. La scelta è tua.

Mente

Il modo migliore per concludere la tua Ora Sacra è nutrire la tua mente. Puoi farlo leggendo dei libri o dei manuali di sviluppo personale, oppure ascoltando degli audiobook o dei podcast. In alternativa, puoi utilizzare gli ultimi minuti della tua Ora Sacra per prepararti ad affrontare con successo la tua giornata: ad esempio, definendo le tue priorità e visualizzando con chiarezza gli obiettivi che intendi completare.

Bene, ti ho fornito tutti gli elementi per iniziare la tua sfida dell’Ora Sacra. Ora non devi fare altro che scegliere le attività che intendi portare avanti nei primi 60 minuti della tua giornata e impegnarti a rispettare questa nuova abitudine per almeno 30 giorni. Chissà che questa semplice abitudine non ti rivoluzioni la vita.

  1. Ho cominciato questa mattina, mi sono alzata molto presto e ho cominciato con yoga seguito da meditazione, poi un po’ di lettura. La parte faticosa è stata uscire dal letto, il resto facile e molto piacevole, mi ha fatto cominciare la giornata di buon umore. spero di riuscire a continuare nei prossimi giorni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.