loading

I 12 supercibi più ricchi di nutrienti

Se avena, legumi, pesce e altri cibi sani sono ricchi di nutrienti, non sono da meno gli alimenti presentati in questa sestina. È bene ricordarsi però che per permettere all’organismo di assorbire e utilizzare al meglio tutti i principi nutritivi presenti in questi supercibi è fondamentale saper abbinarli correttamente nelle giuste combinazioni alimentari.

7. Germogli

Quando un seme si trasforma in una pianta si parla di germoglio. Possiamo far crescere i nostri germogli a casa seguendo le indicazioni che troviamo sulle confezioni. I germogli si ottengono dai semi delle verdure, dei cereali, dei legumi e del grano saraceno. Sono alimenti ricchissimi di proprietà nutritive, ottime fonti di enzimi, vitamine, minerali e proteine facilmente e rapidamente assimilabili. I germogli dovrebbero comparire sulle nostre tavole almeno tre volte alla settimana. Consumati crudi e freschi possono essere considerati degli “integratori naturali” utili nei casi di stress per potenziare le difese immunitarie, nei periodi di convalescenza e per coloro che praticano regolare attività fisica o svolgono lavori intellettualmente impegnativi.

8. Liliaceae

Una interessante famiglia i cui membri, aglio, cipolle, scalogni, porri ed erba cipollina, sono ricchi di flavonoidi che stimolano la produzione di glutatione, una molecola con spiccate azioni antiossidanti, prodotta dal fegato, che facilita l’eliminazione di sostanze tossiche e potenzialmente cancerogene. L’aglio è sicuramente l’alimento più ricco di benefiche proprietà. Un suo consumo regolare aiuta, infatti, ad abbassare i livelli ematici di colesterolo(mentre aumenta L’HDL-colesterolo, quello “sano”), a ridurre i rischi di aterosclerosi, a regolarizzare la pressione arteriosa, a prevenire la formazione di trombi vascolari e di neoplasie gastriche. Inoltre, insieme a cipolle, scalogni e porri, ha spiccate proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.

9. Crucifere

Broccoli, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles e altri tipi di cavolo sono buone fonti di vitamina C, ad azione antinfiammatoria e antiossidante, acido folico, potassio, fibre e preziose sostanze dai nomi impronunciabili, che hanno effetti antitiroidei (tioossazolidoni) e antitumorali (sulforofano, isotiocianati), soprattutto contro le neoplasie intestinali.

10. Frutta secca

Noci, nocciole, mandorle, pinoli e pistacchi e semi di sesamo, zucca e girasole. Sono piccoli scrigni di benessere grazie al loro contenuto di proteine, glucidi, acidi grassi polinsaturi (soprattutto omega-3), vitamine B6 ed E, polifenoli, fibre, magnesio, potassio. Un consumo regolare di noci (almeno cinque al giorno) contribuisce a ridurre i valori del LDL-colesterolo, quello “cattivo”, e il rischio di aterosclerosi. Grazie alla ricchezza di arginina (un aminoacido) la frutta secca contribuisce a regolarizzare la pressione arteriosa.

11. Mirtilli

Piccoli frutti che rappresentano una vera sinergia di preziose sostanze nutritive e antiossidanti, quali antocianine, acido ellagico, quercetina, catechine, carotenoidi, vitamina E, che neutralizzano i radicali liberi e potenziano le difese immunitarie. Grazie alla presenza di acido salicilico e di vitamina C, i mirtillihanno spiccate proprietà antinfiammatorie; mentre ferro, magnesio, manganese e potassio contribuiscono a mantenere tonico l’apparato muscolare e sani i sistemi cardiovascolare e nervoso.

12. Cioccolato fondente all’85%

Con una massa di cacao uguale o superiore al 85%, il cioccolato fondente è un’eccellente fonte di antiossidanti, soprattutto di polifenoli. Oltre a questi vi è un’elevata percentuale di “microsostanze”, oggetto di studio da parte degli scienziati, utili al benessere del sistema nervoso e immunitario. L’assenza di grassi saturi (il “burro di cacao” è un grasso vegetale e quindi ricco di lipidi “sani”) e la bassa percentuale di zucchero (inferiore al 15%) ne consentono un consumo quotidiano di 20 g al giorno, preferibilmente a colazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.